Pesaro, Bonus Tari: dal 20 febbraio 2021 le domande

30

comune pesaroRicci, Frenquellucci e Pozzi: «Un investimento straordinario di mezzo milione, per le attività in difficoltà»

PESARO – Via libera dalla Giunta comunale per il Bonus Tari, il contributo di mezzo milione di euro per le attività commerciali in difficoltà. «Una misura concreta di sostegno economico alle imprese – sottolinea il sindaco Matteo Ricci, con l’assessore alle Attività Economiche Francesca Frenquellucci e al Bilancio RiccardoPozzi -, un investimento straordinario di 500mila euro pensato per coloro che hanno subito maggiormente le restrizioni del Covid -19».

Nello specifico, ricordiamo, si tratta di un contributo, dal 40 al 50%, sulla tassa dei rifiuti versata nel 2020 rivolto a tutte le attività che:

hanno ricevuto più restrizioni dal DPCM dell’ottobre 2020,
hanno subito un calo superiore al 30% del fatturato rispetto al 2019
che siano in regola nei pagamenti Tari delle annate precedenti.

A chi è rivolto?

I settori imprenditoriali individuati per il Bonus Tari sono: cinema e teatri, campeggi e impianti sportivi (comprese le palestre), alberghi, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, mense, birrerie, amburgherie, bar, caffè, pasticceria, pizza al taglio, discoteche, night club e agenzie di viaggio, esercizi commerciali situati all’interno dei centri commerciali che sono stati chiusi nelle giornate festive e prefestive.

I tempi

Le domande si potranno presentare dal 20 febbraio al 5 marzo 2021.

Come chiedere il bonus?

I moduli, da compilare con metodo dell’autocertificazione, saranno caricati nel sito del Comune e dovranno essere inviati, tramite PEC, all’indirizzo: comune.pesaro@emarche.it