Pesaro, “Bonus TARI”: prima consegna simbolica del rimborso del 50%

10

PESARO – Si è svolta ieri la consegna del “Bonus TARI” assegnato dal Comune di Pesaro alle attività del territorio che più hanno subito gli effetti del Covid-19. A effettuarla sono stati il sindaco Matteo Ricci, il vicesindaco Daniele Vimini e l’assessore al Rigore Riccardo Pozzi che hanno incontrato i rappresentanti di Apa Hotel Loredana Ceccarelli, dell’hotel delle Nazioni e Paolo Pedini, dell’hotel Napoleon, per la consegna simbolica.

«È una misura concreta di sostegno economico alle imprese – spiegano Ricci, Vimini e Pozzi – Abbiamo deciso di stanziare un investimento straordinario per restituire agli imprenditori la metà di quanto speso per una tassa riscossa dal Comune in un anno difficilissimo».

«Ringraziamo l’Amministrazione per la grande sensibilità dimostrata. Il rimborso del 50% della TARI rappresenta un aiuto concreto, e non scontato, al settore turistico colpito duramente dalla pandemia» dicono Ceccarelli e Pedini.

In totale sono stati 130 gli imprenditori pesaresi che hanno presentato domanda entro l’11 marzo per il rimborso del 50% della tassa 2020. Di questi 89 sono titolari di bar e ristoranti, 24 di strutture ricettive. L’importo che l’Amministrazione restituirà alle aziende che hanno ricevuto più restrizioni e registrato un calo superiore al 30% del fatturato (rispetto al 2019) a causa del Covid-19 è, complessivamente, di 220mila euro.