Pensare Altro Festival, edizione “Divini Commedianti” in quattro comuni piceni

22

Dal 18 febbraio al 9 maggio 2020 ad Ascoli Piceno, Cupra Marittima, Grottammare e Offida tredici  eventi per la manifestazione di grande respiro culturale in cui si incontrano e dialogano tra loro  letteratura, teatro, musica, cinema, arte e filosofia

MARCHE – Dal 18 febbraio al 9 maggio 2020 ad Ascoli Piceno, Cupra Marittima, Grottammare e Offida si terrà Pensare Altro Festival (Paf), edizione Divini Commedianti .La manifestazione si connota  come un luogo del “pensare altro” e favorisce l’incontro di  letteratura, teatro, musica, cinema, arte e filosofia .Nei quattro Comuni piceni previsti tredici appuntamenti , a ingresso gratuito , pensati per un pubblico ampio, che abbia voglia di mettersi in gioco con il talento di coltivare il cuore e la mente, trasformando l’inquietudine in dolcezza. I divini commedianti saranno attori e narratori che affronteranno il tema della contemporaneità affondando le radici nella grande tradizione classica di tutti i tempi.

“Un festival dei Divini commedianti non può che essere realizzato sotto l’egida dell’Amat – commenta il presidente dell’Amat, Gino Troli – che di commedia si occupa per statuto e auspica che il teatro sia sempre divino. Un’offerta teatrale che nasce nel territorio, grazie ad una grande intuizione di Lucilio Santoni, e completa la gamma di iniziative che in questo momento fanno del Piceno un vero e proprio palcoscenico delle Marche”.

Tanti e prestigiosi i protagonisti del Paf Divini Commedianti: Moni Ovadia, Andrea Di Consoli, Michael Rocchetti, Giorgio Colangeli, Filippo La Porta, JazzTales Sextet di Marcello Rosa, Sebastiano e Cartisia Somma, Riccardo Bonaccini, Luca Violini, Mauro Gubbiotti, Numeri 11, Lucia Ferrati, Giuseppe Esposto, Alessandro Pertosa, Giuliano Del Sorbo e Paola Coltellacci.

Programma

Il festival prende il via il 18 febbraio al Teatro Serpente Aureo di Offida con uno dei più grandi intellettuali del nostro tempo, Moni Ovadia, nell’incontro dall’evocativo titolo La poesia della vita (ore 21). Diario dello smarrimento con Andrea Di Consoli attende il pubblico il 26 febbraio al Teatro dell’Arancio di Grottammare (ore 21) mentre il Cinema Margherita di Cupra Marittima ospita il 29 febbraio (ore 17.30) l’incontro con Michael RocchettiIl papà di Dio. Gli scarabocchi di maicol&mirco anticipato alle ore 11 dal workshop per bambini, un omaggio al festival di maicol&mirco.

Sei gli appuntamenti di marzo.

Il 4 è ancora il Cinema Margherita di Cupra Marittima a ospitare Lontano lontano, film di Gianni di Gregorio presentato in sala dal regista e dall’attore Giorgio Colangeli (ore 21). Due gli appuntamenti in programma alla Chiesa di San Pietro in Castello di Ascoli Piceno: l’8 marzo (ore 17.30) il Grand tour musicale tra jazz e letteratura con Filippo La Porta e il JazzTales Sextet di Marcello Rosa, in collaborazione con il Laboratorio Minimo Teatro, e il 15 marzo (ore 17.30) Il vecchio e il mare reading teatrale da Ernest Hemingway con Sebastiano Somma, che firma anche la regia, Cartisia Somma e Riccardo Bonaccini al violino, riduzione e adattamento di Lucilio Santoni, in collaborazione con il Laboratorio Minimo Teatro. Amore 414 è lo spettacolo di radioteatro con Luca Violini, Mauro Gubbiotti (tastiera), Riccardo Vitali (suono e luci) in scena il 22 marzo (ore 21) al Teatro dell’Arancio di Grottammare. Valentina Illuminati, Gennaro Apicella, Michele Maccaroni e Andrea Illuminati della compagnia Numeri 11 danno vita il 29 marzo nella Chiesa San Pietro in Castello di Ascoli Piceno (ore 17.30) a Osvaldo Licini: un quadro di parole.

Gli appuntamenti di aprile si aprono il 9 (ore 21) al Teatro dell’Arancio di Grottammare con Ulisse e Polifemo, conversazione teatrale con Lucia Ferrati, Giuseppe Esposto e Alessandro Pertosa e l’action painting a cura di Giuliano Del Sorbo. Il monologo teatrale di e con Francesco Eleuteri, Alcool giunge al Teatro Serpente Aureo di Offida il 19 aprile (ore 17.30). Il 23 aprile al Cinema Margherita di Cupra Marittima è la volta del film di Luis Buñuel I figli della violenza (los olvidados), commentato da Filippo La Porta (ore 21).

Pensare Altro Festival si avvia alla conclusione il 24 aprile al Museo Osvaldo Licini di Ascoli Piceno con L’arte contemporanea un’arte per tutti, lectio per immagini di Paola Coltellacci (ore 17.30) e il 9 maggio (ore 21) al Teatro Serpente Aureo di Offida con Moby Dick, conversazione teatrale con Numeri 11, Valentina Illuminati, Gennaro Apicella e Andrea Illuminati, e Lucilio Santoni (ore 21).

Pensare Altro significa pensare un altro modo di stare al mondo suggerisce il Sindaco di Grottammare, Enrico PiergalliniIl presente, purtroppo, è incivile e insostenibile”.

“Questa rassegna di incontri condivisa fra diversi Comuniaggiunge l’Assessore alla Cultura di Cupra, Daniela Luciani offre un punto di vista alternativo nella riflessione su temi di importanza civile e sociale”.

“Senza dubbio è un grande piacere collaborare insieme agli altri Comuni per la realizzazione di questo Festival – continua l’Assessore alla Cultura di Offida, Isabella BosanoLetteratura, teatro, musica, cinema, arte, filosofia e poesia si incontrano per coltivare il cuore e la mente dello spettatore, in uno straordinario pensiero “altro”, con la consapevolezza che può accendersi una luce di speranza per il mondo a venire”.

Pensare Altro un festival che già dal nome si presenta in forma di alteritàprecisa l’Assessore alla Cultura di Ascoli Piceno, Donatella FerrettiQuindi un pensiero alternativo, divergente, inattuale. Uno sguardo obliquo sulla realtà, che mostra prospettive inusitate. Ma anche Pensare Alto, nella misura in cui l’eterodossia è sempre audace, coraggiosa, sfidante rispetto a ciò che è convenzionale e omologato. Altro modo di pensare, di esprimersi, utilizzando varie forme di espressione artistica, dalla letteratura alla poesia, alla musica al fumetto alla grafica d’autore. Pensare in Altri luoghi, altre città, altri contesti, dando vita ad una rete fatta di eventi unici che lega idealmente un territorio, quello piceno, nella sua naturale vocazione alla bellezza”.

Il Paf Divini Comedians nasce da un’idea di Lucilio Santoni, che si occupa del coordinamento. La direzione artistica è a cura di Marca d’Autore (Gino Troli, Alessandro Pertosa e lo stesso Santoni).

Il festival beneficia del sostegno di tutti i comuni in cui si svolge e del contributo della Regione Marche.

“Il mio impegno in Regione è stato sempre quello di dare grande ascolto al mondo della cultura conclude il Consigliere regionale, Fabio Urbinati Un progetto come questo, che riguarda diversi comuni, credo vada proprio nella direzione che noi auspichiamo. Grazie a Marca d’Autore e agli amministratori che hanno scelto di partecipare; spero che la collaborazione continui nel tempo per far crescere sempre di più le nostre città”.