Nuovo polo scolastico di Tolentino, approvato dalla Provincia il progetto definitivo

24

MACERATA – Approvato nel pomeriggio dal presidente Antonio Pettinari il progetto definitivo per la costruzione del nuovo polo scolastico di Tolentino che ospiterà il Liceo Classico, lo Scientifico e il Coreutico “Filelfo”, l’ITE “Filelfo” e l’IPIA “Frau”. Un’opera pubblica del valore complessivo di 23,5 milioni di euro che accoglierà tutti gli studenti delle scuole secondarie di II grado, dislocate in diverse sedi del Comune, danneggiate dal sisma del 2016.

La Provincia, evidenziando le risorse limitate decise dall’Ufficio Speciale Ricostruzione USR Marche e dalla struttura commissariale, lo scorso maggio aveva definitivo il progetto, ma l’Amministrazione comunale, in sede di esame del progetto stesso per il rilascio dei necessari permessi non ha ritenuto di realizzare, esprimendo delle riserve e chiedendo delle modifiche.

A seguito di questa situazione, il Commissario straordinario Giovanni Legnini si è dichiarato disponibile a riesaminare la relazione tecnica della Provincia ed eventualmente ad aumentare le risorse già assegnate.

Il progetto è stato quindi modificato nuovamente nella parte architettonica dall’architetto originariamente incaricato, Ubaldo Severini, e dai tecnici della Provincia per effettuare gli aggiornamenti sulla base alle modifiche apportate. Questa fase ulteriore ha comportato una mole di lavoro per cui sono stati necessari ulteriori sei mesi per terminare il progetto che, in data odierna, il presidente ha approvato insieme agli elaborati.

Ora i documenti saranno inviati all’USR e alla struttura commissariale per l’adeguamento dell’importo, a conclusione della revisione del progetto architettonico, in base alle osservazioni del Comune di Tolentino, che nei giorni scorsi ha rilasciato il permesso a costruire, e tenuto conto dell’aumento dei prezzi dei materiali edili.

«Si conclude un lungo percorso – dichiara Pettinaripartito tempo fa con la decisione di costruire il polo scolastico di tutte le scuole di Tolentino e con l’individuazione dell’area da parte del Comune. Subito si sono evidenziate le prime difficoltà, con il ritrovamento di reperti archeologici che ha comportato numerosi mesi di scavi. Liberata l’area dalla Soprintendenza, è iniziata la progettazione preliminare sull’idea di base dell’architetto Severini; al fine di ridurre i costi dell’opera pubblica la Provincia ha scelto di farsi carico della progettazione del polo scolastico, della direzione lavori e del collaudo; ma nonostante tutto non è stato sufficiente per rientrare nella cifra messa inizialmente a disposizione e che, più volte, avevamo comunicato essere limitata.

Oggi c’è la soddisfazione con l’approvazione del progetto di essere riuscito a mettere un punto fermo: una volta accertata la disponibilità finanziaria e contestualmente eseguita la verifica progettuale dall’Erap si procederà all’appalto. Ricordo che si effettuerà la procedura, prevista dalla normativa, dell’appalto integrato, che permetterà di ridurre i tempi di individuazione della ditta appaltatrice. È passato del tempo e sono dispiaciuto per i disagi subiti dagli studenti, ma si è trattato di una vera corsa ad ostacoli che, però, non ci ha mai scoraggiato. Un ringraziamento all’ufficio tecnico per il grande impegno profuso con tenacia, forza e determinazione. Prima di lasciare l’incarico di presidente, onoro un altro impegno preso a favore di ragazzi, famiglie, personale scolastico e di tutta la comunità. Abbiamo inserito un altro tassello sulla via ricostruzione».

Nella foto da sx: Sandra Tarducci, Antonio Pettinari, Luca Fraticelli e Giordano Pierucci