Morrovalle, “Cinematografo Luna”: rassegna di cinema all’aperto al Parco Pegaso

36

Fino  al 26 Agosto a Trodica di Morrovalle  la proiezione di cinque film che ripercorrono le ultime cinque decadi del Novecento dagli anni ’50 agli anni ’90.Ingresso gratuito

MORROVALLE (MC) – Al Parco Pegaso di Morrovalle si sta svolgendo l’iniziativa “Cinematografo Luna”, una rassegna di cinema all’aperto, organizzata da Lunastorta Produzioni, con il patrocinio e il contributo del Comune di Morrovalle, in collaborazione con Pro Loco Trodica e MaMa. Un viaggio di cinque serate attraverso generi, stili e registi, dal cinema classico degli anni ’50 fino alla fantascienza degli anni ’70-’80 passando attraverso la nouvelle vague.Per ogni decade è stato scelto un film iconico e rappresentativo che verrà brevemente introdotto da un ospite.

La rassegna ha preso il via  lunedì 27 luglio con la proiezione di “Vacanze Romane” di William Wyler del 1953, che ha fatto registrare il tutto esaurito, e terminerà mercoledì 26 agosto.

I prossimi appuntamenti:

– Lunedì 3 agosto “Bande à part” di Jean-Luc Godard del 1964,capolavoro della nouvelle vague(proiettato in lingua originale sottotitolato)
– Lunedì 10 agosto “Alien” di Ridley Scott ,l’apice del cinema di fantascienza degli anni ’70-’80
– Lunedì 17 agosto “Toro scatenato” di Martin Scorsese del 1980 (proiettato in lingua originale sottotitolato)
– Mercoledì 26 agosto “L’odio” Mathieu Kassovitz film del 1995 vincitore del premio per la miglior regia al Festival di Cannes.

L’obiettivo della rassegna è di tornare a riassaporare quel sapore di cinema che ci è mancato per così tanti mesi, analizzando tematiche e argomenti che hanno attraversato gli ultimi 70 anni di storia.

L’idea, nata dal regista Stefano Merlini, è stata sviluppata insieme ai colleghi di Lunastorta Produzioni Stefano Monti e Fabio Michettoni, e accolta con entusiasmo dall’Amministrazione Comunale che ha coinvolto la Pro Loco per organizzare al meglio gli spazi del Parco Pegaso.

“Dopo questo lungo periodo in cui le sale cinematografiche sono rimaste chiuse gli appassionati di cinema si sono sentiti orfani di questi spazi, abbiamo sentito il bisogno di contribuire, nel nostro piccolo, a colmare questo vuoto” spiega Stefano Merlini nella breve introduzione al film .

Il primo appuntamento della rassegna si è concluso registrando un tutto esaurito, “un successo- commenta Stefano Merlini- che ci dimostra l’interesse del pubblico nell’iniziativa e che mi auguro si possa ripetere per tutte le date a venire”.

Tutte le proiezioni della rassegna sono a ingresso gratuito, fino ad esaurimento posti (100 posti).