Montelupone, inaugurata l’isola attrezzata al parco Eleuteri

21

La Sottosegretaria Valentina Vezzali ha inaugurato la palestra a cielo aperto; testimonial del progetto il campione Jury Chechi

MONTELUPONE – Una bella festa dello sport, questa mattina a Montelupone, tenuta a battesimo dalla Sottosegretaria Valentina Vezzali ha colorato con le divise dei piccoli atleti delle associazioni cittadine il parco Eleuteri, la prima area verde d’Italia in cui è stata inaugurata l’isola attrezzata a cielo aperto. Una palestra a tutti gli effetti, con macchinari innovativi e omologati per resistere all’esterno, dove incontrarsi ed esercitarsi insieme, corredata di tutorial, visibili da QR Code posti su ogni attrezzo, a cui hanno prestato il volto e la tecnica i testimonial di Sport e Salute Anzelika Savrajuk (ginnasta ucraina e bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012) e il campione Jury Chechi (plurimedagliato e Olimpionico ai Giochi di Atlanta ’96) presente alla cerimonia inaugurale.
A fare gli onori di casa il sindaco Rolando Pecora che ha coinvolto nella cerimonia le scuole, Over65 e Associazioni sportive, per promuovere il progetto Sport nei Parchi, pensato da Sport e Salute S.p.A in collaborazione con Anci e realizzato col Comune di Montelupone.

“È una giornata di grande festa per noi – ha detto il primo cittadino di Montelupone – il nostro borgo è molto radicato sul territorio, siamo una piccola comunità, ma non appena abbiamo avuto la possibilità di accedere a questo progetto l’abbiamo subito colta al volo coinvolgendo le associazioni. L’Avis di Montelupone ha immediatamente risposto con entusiasmo e a loro va il mio grandissimo ringraziamento perché hanno dato un importante contributo alla realizzazione di questa isola attrezzata, cofinanziadola. Oggi abbiamo tanti ragazzi delle scuole, diverse associazioni, questa isola attrezzata al Parco Eleuteri è una risorsa a disposizione di tutto il territorio e potrà essere utilizzata per stare bene, rappresentando un ulteriore motivo di attrazione”.
La prima Isola attrezzata italiana per lo sport all’aperto è stata, dunque, consegnata alla cittadinanza entusiasta della valorizzazione realizzata nel parco per superare il distanziamento sociale, i limiti pandemici ricaduti sullo sport, e creare un nuovo modello di wellness, rispondendo all’obiettivo espresso dalla Sottosegretaria allo sport Valentina Vezzali: “Lo sport deve essere per tutti, di tutti e in tutti i luoghi del paese. Questo stiamo cercando di realizzarlo con Sport e salute, mio braccio destro e operativo al Ministero.
Ho praticato sport per 36 anni. Ritengo che il primo intervento in cui bisogna lavorare come governo riguardi l’impiantistica. Oggi grazie ai fondi del Pnrr abbiamo una grandissima opportunità: circa 1 miliardo di euro da dedicare agli impianti.
Alle Olimpiadi siamo fortissimi. Dal 1996 siamo nella top ten del medagliere olimpico, ma al quintultimo posto per numero di praticanti sportivi, ciò significa che non facciamo sport. La pandemia ci ha fatto comprendere ancora di più quanto sia importante fare attività all’aperto.
Sport e scuola devono camminare a braccetto – ha proseguito – dobbiamo permettere ai nostri figli di crescere nel migliore dei modi, lo sport non è un ostacolo allo studio. Stiamo lavorando col ministro dell’istruzione Bianchi affinché diventi un diritto per lo studente atleta di alto livello fare lo sport che gli piace fare. Consentire a tutte le palestre scolastiche italiane di rimanere aperte anche nel pomeriggio per essere a disposizione di tutte le associazioni sportive del territorio. C’è un grandissimo lavoro da fare, ma con impegno e dedizione sono convinta che si può fare”.
Produrre, dunque, un valore aggiunto che faccia del movimento elemento naturale della quotidianità, nuovi stili di vita per una popolazione sempre più sportiva e sana.
Ha espresso il suo ringraziamento a Montelupone il Presidente e A.D. di Sport e Salute, Vito Cozzoli: “È la prima delle prossime 77 aperture già messe in calendario fino al periodo estivo e sparse per il Paese – ha detto – Con il Ministero abbiamo la forte volontà di portare avanti lo “Sport nei Territori”, una scommessa sul futuro fatta di attività fisica senza età e di sani stili di vita. Ora anche l’Urban sport activity e weekend perché il gioco migliore si fa in squadra insieme a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di promozione sportiva e cittadini. Il Piano di azione 2022-2026 prevede infrastrutture e ingegneria dello sport per aumentare e riqualificare gli impianti; scuola e formazione specializzata per diffondere la cultura del benessere; servizi in rete e hub di comunicazione per creare comunità sportiva diffusa”. Una comunità che parte proprio dai piccoli Comuni, com’è stato a Montelupone e come ha sottolineato Roberto Pella, Vicepresidente Vicario dell’ANCI, partner del progetto: “La bellezza e l’importanza dell’Isola attrezzata al Parco Eleuteri è data dal coinvolgimento di tutta la comunità.Il progetto ha visto 1681 partecipazioni al bando, Montelupone è il primo comune in Italia a inaugurarla. Abbiamo bisogno di campioni come Jury Chechi e Vezzali, ma anche di una comunità che sappia e voglia fare sport, un bene per la salute”.

Proprio il campione Jury Chechi, testimonial del progetto ha aperto la mattinata manifestando l’importanza dello “sport gratuito e accessibile a tutti. Si sta facendo tanto e mi piace sottolineare come dall’anno prossimo sia stata inserita come obbligatoria a partire dalla scuola primaria anche l’educazione fisica. Sono davvero contento di essere a Montelupone che rappresenta un esempio a livello nazionale”.