Macerata, sicurezza: attivate 20 nuove telecamere

Si completa il sistema di videosorveglianza che nei mesi scorsi ha coadiuvato le indagini della Polizia locale per risolvere due incidenti stradali

MACERATA – Sono attive anche le nuove 20 telecamere di videosorComune di Macerata logoveglianza cofinanziate dal ministero dell’Interno nell’ambito dei Patti per l’Attuazione della sicurezza urbana, che l’Amministrazione comunale di Macerata ha firmato nel 2018 in Prefettura. Si completa il programma di potenziamento del sistema di videosorveglianza inserito nel Piano per la Sicurezza Urbana approvato dal Consiglio comunale alla fine del 2016. L’investimento, per questa seconda fase, è stato di 59.550 euro finanziato al 50 per cento dal Ministero, e si aggiunge ai circa 200 mila euro investiti interamente dall’Amministrazione comunale nel 2018.

“Concludiamo un lungo percorso amministrativo – afferma il sindaco Romano Carancini – che ha avuto quale obiettivo principale la sicurezza delle persone che abitano la città. Un’idea fondata sulla prevenzione e sulla collaborazione congiunta tra Istituzioni nelle azioni di coinvolgimento dei cittadini e soprattutto dei giovani. Oggi con il progetto delle ultime 20 telecamere, Macerata si pone all’avanguardia nell’utilizzo di soluzioni tecnologiche per la sicurezza urbana rispettando tutte le normative a tutela della privacy del cittadino. La prospettiva ora è di integrare questi sistemi in un ambito territoriale più vasto per rendere gli investimenti compiuti ancora più efficaci. Percorso che stiamo compiendo insieme ad altre amministrazioni di alcune provincie marchigiane.”

Con le 20 nuove videocamere, 11 delle quali a lettura delle targhe (OCR) e 4 installate all’interno del Parco di Fontescodella, il numero delle telecamere presenti sul territorio comunale arriva a 80
Dal punto di vista tecnologico e infrastrutturale si tratta di un sistema con caratteristiche particolari in grado di generare non solo il flusso di immagini ma anche di trasformare i numeri delle targhe in file digitali permettendo azioni di prevenzione e contrasto di crimini particolarmente attenzionati come furti e rapine. Lo sviluppo del sistema di videosorveglianza cittadino non si ferma qui. Infatti, è prossima l’istallazione di ulteriori 4 nuove videocamere nel Parco di Villa Lauri, riaperto recentemente al pubblico, interamente finanziata con fondi comunali.

“La sicurezza urbana oggi è un lavoro di squadra che si avvale delle opportunità che le innovazioni tecnologiche mettono a disposizione” afferma l’assessore Mario Iesari “Il piano di sicurezza urbana voluto dalla Amministrazione e approvato dal Consiglio comunale ci ha permesso di individuare obiettivi, pianificare risorse e strategie in un’ ottica di medio periodo in cui le attività di contrasto e di presidio del territorio vengono affiancate dalle necessarie iniziative di prevenzione e di rafforzamento della comunità locale. Questa è la strada su cui continuare ”

Ed in questa ottica è da segnalare che il sistema di video sorveglianza, oggi potenziato con le nuove telecamere, ha aiutato negli ultimi mesi il Comando di Polizia locale a risolvere due casi di incidenti stradali provocati da automobilisti che non si sono poi fermati a verificare i danni. Il primo è accaduto in via Pancalducci, dove un’auto che viaggiava in direzione centro è stata urtata sulla propria corsia di marcia da un’altra vettura proveniente in senso inverso. L’altro in viale Indipendenza, nei pressi del parco di Villa Lauri dove un’automobile, uscita da un incrocio senza dare la precedenza, ha investito un ciclomotore. In entrambe le situazioni subito dopo l’urto gli autori del sinistro si erano subito allontanati dal luogo dell’incidente senza prestare soccorso.
Dopo i rilievi della pattuglia della Polizia locale che sul posto ha ascoltato le indicazioni fornite dalle vittime e le versioni dei alcuni testimoni, si è potuto risalire agli autori dei due incidenti grazie all’ausilio delle telecamere che hanno individuato le autovetture interessate. Diverse le infrazioni contestate e le sanzioni emesse nei confronti degli autori tra cui quella relativa alla fuga a seguito di sinistro stradale.