Macerata Racconta, gli appuntamenti del 30 giugno e del primo luglio

36

Da domani la decima edizione del festival letterario nazionale in spazi all’aperto del centro storico cittadino

MACERATA – Prende il via domani, mercoledì 30 giugno 2021, con incontri in presenza, la decima edizione del festival letterario nazionale “Macerata racconta” organizzato dell’associazione Contesto in collaborazione con il Comune di Macerata, con il sostegno della Regione Marche e con il patrocinio dell’Università di Macerata, della Camera di Commercio delle Marche e della Provincia di Macerata.

Gli appuntamenti che per la prima volta si svolgono d’estate, a causa delle restrizioni dei mesi scorsi per il Covid 19, occupano spazi all’aperto nel cuore del centro storico cittadino: Galleria Scipione, Galleria Antichi Forni, Orto dei Pensatori e piazza Vittorio Veneto, che per l’occasione diventerà il BPER FORUM a voler sottolineare l’impegno e l’attenzione che l’istituto bancario rivolge verso il mondo della cultura e in particolare della lettura.

Domani, 30 giugno, in Galleria Scipione, alle 18.30, l’incontro a due voci con Lucia Paciaroni e la sua pubblicazione “Memorie di scuola” e con Agostino Regnicoli e il suo “Scrivere il dialetto” (edizioni Eum), inaugura la decima edizione del festival. I due autori attraverso la ricerca e le testimonianze raccolte ci riportano con la memoria ai tempi della scuola, con i suoi metodi educativi controversi, e a un linguaggio in cui l’utilizzo del dialetto era predominante. Introduce Barbara Malaisi. Partecipano gli allievi della Scuola di Studi Superiori Giacomo Leopardi dell’Università di Macerata. L’ingresso è gratuito senza prenotazione fino a esaurimento posti.
Alle 21,15 ci si sposta all’Orto dei Pensatori dove Daniela Raimondi presenta “La casa sull’argine”. Introduce Lucia Tancredi. Tra i maggiori successi editoriali del 2020, il romanzo si dipana attraverso due secoli di storia italiana: dai moti rivoluzionari che portarono all’Unità fino agli Anni di Piombo. Un racconto epico e intimo insieme, con personaggi che sfidano il destino, tra desideri e una cupa profezia, un romanzo in cui immergersi per recuperare la magia dei sogni e ritrovare tutto ciò che ci rende davvero vivi. Incontro valido come formazione per insegnanti ed educatori. Anche in questo caso ingresso libero fino a esaurimento posti.

Giovedì 1 luglio, alle 17.30 in Galleria Scipione al via il terzo appuntamento con “L’America dopo Trump” di Dario Fabbri. Introduzione a cura di Paola Persano. Il giornalista e redattore di Limes, offre un’attenta analisi dell’America dopo la sconfitta di Trump alle elezioni e i fatti di Capital Hill, con uno sguardo alle implicazioni sociali, economiche e geopolitiche che la scelta americana ha prodotto nell’immediato futuro di tutti noi. Anche questo incontro è valido come formazione per insegnanti e educatori.
Alle 18.45 all’Orto dei Pensatori e Leo Turrini e Antonio Panini presentano “Panini. Storia di una famiglia e di tante figurine (Minerva). Introduce Valerio Calzolaio. Turrini, giornalista e opinionista per SKY Sport, con il suo ultimo libro traccia l’affascinante racconto, tra curiosità e epica, di una dinastia che con le figurine ha raccolto in un’unica, ideale, fotografia parte della storia d’Italia. Con lui ci sarà Antonio Panini figlio di Giuseppe Panini che debbe inizio alla Storia. L’evento è organizzato in collaborazione con Overtime festival e Macerata città europea dello sport 2022 (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).