Macerata e provincia, controlli antidroga dei Carabinieri: denunciati tre giovani

71

A Civitanova un 16enne , un 17enne  e un 22enne sono stati trovati  in possesso di un borsello contenente 5 panetti di hashish per un valore di circa 35.000 euro

MACERATA – Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Macerata continua incessantemente a svolgere servizi antidroga in tutta la provincia. Nella mattinata odierna è stato disimpegnato un controllo straordinario finalizzato alla prevenzione e alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, che ha visto i Carabinieri delle quattro Compagnie di Macerata, Tolentino, Camerino e Civitanova Marche impegnati contemporaneamente, con particolare attenzione prestata:

  • nelle vicinanze ed all’interno degli istituti scolastici superiori e delle scuole medie inferiori;
  • presso le stazioni ferroviarie ed i terminal degli autobus urbani ed extraurbani;
  • presso le aree di maggiore aggregazione di giovani.

Il servizio straordinario è stato effettuato con la preziosa e professionale collaborazione delle unità cinofile antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri di Pesaro e, a Tolentino, anche con l’unità cinofila della Polizia Locale.

Il risultato operativo di maggiore rilevanza è stato conseguito dai Carabinieri di Civitanova Marche che hanno controllato tre giovani, tra cui due minorenni, i quali alla vista dei militari hanno tentato maldestramente di disfarsi di un borsello all’interno del quale sono stati rinvenuti 5 panetti di hashish del peso totale di 500 grammi. I tre giovani, un 16enne di Montegranaro, un 17enne di Morrovalle e un 22enne di Porto Potenza Picena, sono stati denunciati in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. La sostanza sequestrata, una volta immessa sul mercato, avrebbe costituito proventi per circa 35.000 euro.

Complessivamente in tutto il territorio maceratese sono state controllate e identificate 434 persone di cui 44 straniere. Sempre a Civitanova Marche per un cittadino cinese, 44enne, sprovvisto di documenti di soggiorno è stata avviata la procedura di rimpatrio nel paese di origine.

Controllati, inoltre, 97 veicoli ed accertate 21 violazioni al codice della strada per guida:

– con l’utilizzo del telefono cellulare;

– senza l’uso delle cinture di sicurezza;

– senza la prescritta copertura assicurativa.

Ritirate, inoltre, 5 patenti di guida ad altrettanti automobilisti di cui due per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Il Comandante Provinciale, Colonnello Nicola Candido, ricorda come quello del contrasto alla diffusione ed allo spaccio delle sostanze stupefacenti sia uno dei compiti più importanti dell’Arma dei Carabinieri, svolto costantemente in prossimità delle scuole con servizi come quello odierno, ma anche monitorando le piazze, come dimostrato dal recente arresto di un cittadino albanese trovato in possesso, tra l’altro, di una considerevole quantità di cocaina.