Macerata, movida giovedì sera: controlli delle Forze dell’Ordine

18

Polizia di Stato,Carabinieri e Polizia locale insieme contro uso di alcol e droghe.Identificate 45 persone ,sedata sul nascere una violenta lite

MACERATA – Come disposto dal Questore Dr. Antonio PIGNATARO, da alcune settimane sono stati rafforzati in città i controlli della Polizia di Stato per contrastare gli effetti negativi della cosiddetta “movida” del giovedi’ sera.

Anche ieri quindi sono stati effettuati servizi nel centro storico di Macerata iniziati nella serata  di giovedi’ e proseguiti per tutta la notte, a cui hanno concorso gli agenti della Questura di Macerata, i Carabinieri della locale Compagnia e agenti della Polizia Locale di Macerata.

Nel corso dell’attività sono stati effettuati numerosi controlli su tutto il territorio cittadino, con particolare riguardo alle zone del centro cittadino interessate dalla “movida” del giovedì sera.

L’attività si è concentrata in particolare alle zone della città dove vi è una maggiore densità di avventori e nei luoghi dove vengono rilevate situazioni di malcostume e di degrado urbano spesso causate dall’abuso di sostanze alcoliche da parte dei giovani.

I servizi sono stati svolti in prevalenza con l’impiego di personale appiedato, in modo da monitorare anche le vie più piccole con l’obbiettivo di debellare non soltanto i fenomeni legati al malcostume ma ogni attività legata allo spaccio e al traffico di sostanze stupefacenti.

Nel corso dei controlli, il personale impiegato ha setacciato ogni via del centro storico della città sottoponendo a controllo decine di persone tra le quali 5 di queste, incuranti della presenza di tante persone, sono state sorprese ad urinare nelle vie del centro storico e quindi sanzionate amministrativamente.

Provvidenziale l’intervento delle Forze dell’Ordine in Piazza Vittorio Veneto dove gli agenti hanno sedato sul nascere una violenta lite tra 4/5 ragazzi scoppiata per futili motivi. In particolare un giovane era stato aggredito da un coetaneo il quale era fuggito all’arrivo degli amici del ragazzo aggredito. Il tempestivo intervento delle Forze dell’ordine ha evitato che la lite trascendesse in fatti più gravi posto che a terra è stato rivenuto un coltellino multiuso con molta probabilità abbandonato da qualcuno dei contendenti all’arrivo delle Forze dell’ordine. Per questo episodio sono in corso indagini tese a ricostruire la vicenda e a stabilire eventuali responsabilità.

Al termine dei servizi sono state identificate 45 persone alcune delle quali gravate da precedenti penali.

Detti servizi verranno ripetuti anche nelle prossime settimane con l’obbiettivo non di ostacolare il divertimento dei giovani e la presenza di persone nel centro storico di Macerata, ma di contrastare tutte le situazioni di degrado urbano e di malcostume che spesso traggono origine dall’abuso di sostanze alcoliche.