Macerata, ecco le linee guida del Questore Vincenzo Trombadore

14

Controllo del territorio, prevenzione dei reati ,repressione della criminalità, contrasto al degrado urbano e vicinanza ai cittadini i capisaldi dell’azione svolta sul territorio dalla Polizia di Stato e dalle altre Forze dell’Ordine

MACERATA – In questi giorni di inizio anno il Questore della provincia di Macerata Vincenzo TROMBADORE si sta recando in visita ai sindaci delle città della nostra provincia anche per avere contezza delle problematiche del territorio da cui hanno spesso origine istanze che devono essere affrontate e risolte con la massima efficienza ed efficacia nei limiti delle possibilità imposti dall’emergenza epidemiologica in atto.

In questo senso infatti, l’attività di controllo del territorio di fondamentale importanza per il mantenimento della legalità e della sicurezza, come affermato dal Questore TROMBADORE deve essere assicurato dalle Forze di Polizia in sinergia con la preziosa collaborazione dei cittadini stessi secondo principi della cosiddetta “Sicurezza partecipata”.

E’ intenzione infatti del Questore, non appena possibile, nel rispetto delle norme anti Covid , entrare in contatto con i cittadini attraverso i sindaci, al fine di ascoltare le loro esigenze, conoscere più a fondo le dinamiche di questo territorio anche al fine di analizzare e approfondire particolari situazioni.

In sinergia con la Prefettura di Macerata e dei Sindaci del territorio, sarà potenziata da parte della Questura di Macerata l’attività di analisi e valutazione su ogni problematica connessa alla sicurezza dei cittadini, anche con il coinvolgimento della Provincia, prezioso anello di congiunzione tra il capoluogo ed i piccoli comuni, in grado di garantire i servizi e gestire problematiche anche in situazioni di emergenza.

Il controllo del territorio, l’attività di prevenzione e di repressione della criminalità con il coinvolgimento dei sindaci e dei cittadini per il mantenimento della legalità nella nostra provincia, costituiscono i capisaldi dell’azione svolta sul territorio dalla Polizia di Stato e dalle altre Forze dell’Ordine così come indicato dal Questore TROMBADORE, strategia che sta consentendo di ottenere buoni risultati sotto il profilo della sicurezza pubblica e del contrasto alla criminalità e al degrado urbano, oltre ad aumentare la percezione da parte della comunità che l’Amministrazione da lui rappresentata è apprezzata e vicina alla gente.

Con queste premesse, nei giorni dell’ 11-12 e 13 gennaio scorsi, la Questura di Macerata ha predisposto servizi di prevenzione e di controllo del territorio nella zona di Porto Recanati con l’impiego di 15 pattuglie della Polizia di Stato alcune delle quali appartenenti al Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche, inviate su richiesta del Questore TROMBRADORE dal Dipartimento di Pubblica Sicurezza di Roma proprio per supportare le unità territoriali.

I servizi coordinati da un Funzionario della Questura di Macerata, sono stati svolti nei confronti delle aree piu’ sensibili della città, compreso l’Hotel House e si sono sviluppati anche con l’effettuazione di posti di controllo nelle strade di accesso alla città.

Nel corso dei servizi effettuati anche in orario notturno, sono state identificate 196 persone e sottoposti a controllo 114 veicoli. Sono stati altresì effettuati 22 controlli a persone sottoposte a misure restrittive della libertà personali. Nei tre giorni di controlli, è stata altresì dedicata attenzione anche al rispetto della normativa vigente per il contrasto dell’emergenza epidemiologica in atto. Sono stati infatti sottoposti a controllo alcune decine di locali, attività dalla quale non sono emerse irregolarità da parte dei gestori.

Detti servizi seguono quelli messi in atto lo scorso weekend nella zona di Civitanova Marche nel corso dei quali sono state identificate 378 persone e sottoposti a controllo 217 veicoli. Numerosi anche i locali controllati con lo scopo di controllare il rispetto della normativa Anti-Covid.