Macerata, guida sotto effetto di alcol e/o droghe: ritirate circa 50 patenti

Controlli serrati della Polizia di Stato.Il Questore :”Il fine della Polizia è salvare la vita di tanti giovani ed evitare la sofferenza a tante famiglie”

MACERATA – Proseguono, nel territorio della provincia di Macerata, i controlli della Polizia di Stato, in attuazione delle direttive ministeriali,che rispondono all’esigenza di contenere l’aumento delle vittime della strada,nell’ambito dell’attività di contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica o di alterazione per aver assunto sostanze stupefacenti e/o psicotrope.
Tali servizi, supervisionati dal Signor Questore di Macerata, Dott. Pignataro, per la notte tra l’1 e il 2 febbraio, sono stati diretti dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Macerata, Dottor Vecchio Tommaso, con la partecipazione del Medico Superiore, Dott. Fabio Frascarelli, dei suoi collaboratori e di personale della Questura di Macerata.
Il servizio è stato attuato con l’impiego di 2 pattuglie della Sezione di Macerata, personale della Squadra di Polizia Giudiziaria sezionale e 2 pattuglie del Distaccamento Polizia Stradale di Camerino e si è svolto sul territorio di Macerata, Porto Recanati e su quello di Civitanova Marche. Le attività di controllo hanno condotto al ritiro di 45 patenti per guida in stato di ebrezza alcolica ed una poiché scaduta di validità, con un totale di 460 punti di patente decurtati.
Nell’espletamento dello stesso si è proceduto al controllo di circa 248 veicoli con i relativi conducenti e trasportati, al seguito del quale è stata ritirata la patente di guida a 14 donne e 32 uomini di varie fasce di età; tra questi conducenti 2 sono risultati positivi all’assunzione di droghe, nello specifico 1 persona positiva alla cocaina ed una positiva alla THC e alla cocaina.
Sono in corso accertamenti volti all’identificazione di due conducenti che non hanno ottemperato all’ordine di fermarsi al posto di controllo scappando a forte velocità mettendo in pericolo l’incolumità dei poliziotti. I fuggitivi saranno identificati nelle prossime ore.
Il questore chiede la massima collaborazione alla comunità per salvare la vita a tanti giovani ragazzi che si mettono alla guida sotto l’effetto di alcool e droga e a tante famiglie che non vedono più ritornare i propri figli a casa dallo “sballo” che oramai è diventato una consuetudine ed è stato normalizzato ed accettato dalla società senza che siano attuati rimedi radicali che possano modificare e annullare tale fenomeno.
Come Polizia di Stato saremo sempre al fianco delle famiglie e agli stessi ragazzi e con disciplina e onore e con passione continueremo ad espletare tali servizi per arginare il fenomeno e salvare giovani vite.