Macerata, “Dialetto che piacere”: dal 25 agosto la XV edizione

62

Nel quartiere di  Collevario arriva la rassegna teatrale, promossa dall’associazione culturale Palcoscenico, dal Centro sociale anziani e patrocinata dal Comune di Macerata

MACERATA – Cinque serate all’insegna del divertimento nel quartiere di Collevario dove, dal 25 agosto, prenderà il via la XV edizione della rassegna teatrale “Dialetto che piacere”. L’iniziativa, promossa dall’associazione culturale Palcoscenico, dal Centro sociale anziani e patrocinata dal Comune di Macerata, si avvale della collaborazione degli esercizi commerciali della zona e si svolgerà nel campo polivalente nei pressi della parrocchia Buon Pastore fino al 29 agosto.

Il primo appuntamento, il 25 agosto, sarà con la compagnia “Fonte Janni” di Morrovalle che presenterà lo spettacolo “Lu ciavattì filosofu” di Jori Santucci Scirè per la regia di Franco Agnesi. Il giorno seguente, 26 agosto, in scena la compagnia “Teatro instabile” di Recanati con “L’eredità” di Anna Leopardi e “Attenti al matto” di Paolo Torrisi con la regia di Rotan.
Il 27 agosto toccherà alle compagnie “Palcoscenico” di Macerata e “La Nuova” di Belmonte Piceno che si esibiranno in farse, racconti, sketch e poesie dialettali raccolte sotto il titolo “Justo per rride” di Marcello Iommi, Rossano Bevilacqua e Gabriele Mancini. Quest’ultimo firma la regia insieme a Pino Cipriani.
Sabato 28 agosto sarà la volta della compagnia “Amici del teatro fermano” che si esibiranno in “Vasta che se magna” di Maria Luisa Boncelli e la regia di Luisa Di Marte.
La rassegna si concluderà domenica 29 agosto con la compagnia “Le nuove cappellette” di Porto San Giorgio che presenterà lo spettacolo di Loredana Cont “Bastava ‘na botta in testa” per la regia di Paola Tonelli.

Il costo del biglietto per assistere agli spettacoli è di 5 euro. Obbligatoria la prenotazione che si può effettuare da venerdì 20 agosto al Circolo Acli Collevario o telefonando al numero 351.7035876. Per assistere allo spettacolo sarà necessario esibire il Green pass all’ingresso o in alternativa il responso di un tampone negativo effettuato nelle 48 ore prima.