Macerata, controlli straordinari dei Carabinieri: tre arresti

17

Identificate 485 persone, controllati 481 autoveicoli e 234 esercizi pubblici

MACERATA – I Carabinieri della Compagnia di Macerata dal 24 dicembre fino alle prime luci dell’alba di oggi hanno effettuato un controllo straordinario su tutto il territorio, al fine di vigilare sulla sicurezza di tutti i cittadini e verificare il rispetto della normativa anti covid-19.
Nel corso dei controlli sono state identificate 485 persone, controllate 481 autoveicoli e 234 esercizi pubblici.
I carabinieri di Corridonia nel corso di controlli nella giornata dal 24 hanno rintracciato un cittadino, italiano del luogo di anni 47, procedendo al suo arresto in quanto ricercato poiché colpito da ordine carcerazione emesso dal tribunale di sorveglianza di Ancona dovendo scontare una pena residua di mesi sei di reclusione per reati di truffa.
I carabinieri della stazione di Treia, alla prime luci dell’alba del 25 dicembre sono intervenuti in una abitazione del luogo ove era in atto una lite, per futili motivi e vecchi rancori, tra due fratelli, culminata con l’accoltellamento da parte del fratello maggiore all’addome di quello minore di età. L’uomo portato all’ospedale di Macerata, non in pericolo di vita, dopo essere stato curato è stato dimesso con una prognosi di 7 giorni. L’uomo, 52 enne, è stato dichiarato in stato di arresto, piantonato al reparto psichiatrico dell’ospedale di Macerata. Nella mattinata di domani sarà processato per direttissima presso il tribunale di Macerata.
Alle prime luci dell’alba i carabinieri della stazione di Montecassiano unitamente a quelli del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Macerata hanno rintracciato un cittadino di origini marocchine, di anni 45, colpito da ordine di carcerazione dovendo scontare la pena della reclusione di mesi 7 per lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. L’ordinanza era stata emessa dalla procura della repubblica di Napoli.