Macerata, arrestato 28enne pakistano responsabile di diversi reati

22

L’uomo è stato fermato dalla Polizia Stradale nell’ambito dei controlli per rispetto norme  di contenimento del contagio COVID 19;è stato anche sanzionato per  la violazione di tali norme

MACERATA – Protocollo operativo attuato dalla Polizia Stradale di Macerata finalizzato a rafforzare i servizi di contenimento del contagio COVID 19. Massimo impegno posto in campo da tutto il personale secondo le direttive impartite dal Dirigente Provinciale della Polizia Stradale di Macerata Dott. Tommaso VECCHIO. Si reiterano costantemente in ogni fascia oraria i servizi degli operatori di Polizia finalizzati al verificare la legittimità degli spostamenti dei cittadini.
Mercoledì 13 Maggio durante un servizio di vigilanza stradale, con orario 13/19, una pattuglia dipendente della Sezione, mentre transitava sulla Superstrada SS 77 direzione mare, notava un pedone che procedeva nella stessa direzione di marcia. Al momento del controllo l’uomo produceva solamente una fotocopia del proprio passaporto, dai cui dati si accertava che si trattava di un cittadino pakistano senza fissa dimora e sprovvisto del permesso di soggiorno.
Con l’ausilio del personale del Commissariato di P.S. di Civitanova Marche diretto dal Dirigente Dott. Lorenzo SABATUCCI e con il successivo supporto della Squadra di polizia giudiziaria della locale Sezione della Polizia Stradale , il giovane uomo – classe 1992 – veniva accompagnato presso i locali del Commissariato di P.S. per gli accertamenti di rito, da cui si è appreso che a carico del soggetto risultano gravare molteplici pregiudizi di rilevanza penale tra cui Furto, Violenza e Minaccia a Pubblico Ufficiale, Resistenza a Pubblico Ufficiale, False attestazioni sulla propria identità, Rifiuto di indicazione sulla propria identità ed inosservanza dei Provvedimenti dell’Autorità di Pubblica Sicurezza attinenti la propria presenza sul territorio nazionale.
Inoltre lo stesso è risultato destinatario di una ordinanza di custodia cautelare in carcere in relazione alla commissione ripetuta del reato di STALKING..
E’ stata accertata, altresì, l’inottemperanza ad una recente misura di espulsione dal territorio dello Stato emessa a proprio carico.
Gli operatori hanno provveduto ad effettuare la perquisizione personale del soggetto, che ha consentito di rinvenire nr. 3 carte di credito/debito, nr. 2 documenti intestati ad un cittadino macedone ed un telefono cellulare di provenienza illecita.
L’ extracomunitario, in esecuzione dei provvedimenti a suo carico, veniva tratto in arresto e condotto nel carcere di Montacuto (AN).
Lo stesso è stato, inoltre, sanzionato per la violazione di norme relative al contenimento del contagio COVID-19.