Le Marche ricordano le 12 vittime di Marcinelle

Marcinelle - Copyright MarcheNews24.it ANCONA – Lunedì 8 agosto, a distanza di 60 anni, la Campana di Marcinelle scandirà 262 rintocchi, uno per ogni morto nell’incendio nella miniera di carbone di Bois du Caziers; 12 di quei rintocchi saranno per le vittime delle Marche, regione che ha pagato un tributo elevato in questa tragedia, dopo l’Abruzzo, con 60 vittime, e la Puglia, con 22.

Dodici minatori – il più anziano aveva 49 anni, il più giovane 26 – che morirono con altri 136 italiani in quella mattina d’estate del 1956 in Belgio. La Regione ricorderà il disastro in una giornata commemorativa il primo ottobre prossimo, con la Federazione regionale dei Maestri del lavoro, in due luoghi simbolo: al Parco minerario di Cabernardi, a Sassoferrato, e a Bellisio Solfare, vicino Pergola, sede della raffineria di zolfo.

“Dopo 60 anni è ancora vivo il ricordo della tragedia di Marcinelle – afferma il presidente della Regione, Luca Ceriscioli – Ci rammenta che siamo stati un popolo di migranti, ci insegna il valore del lavoro e della sicurezza sul lavoro”.