La neve imbianca anche quest’anno, fiocchi a Pesaro e dintorni: le foto

FANO – Non si è fatta attendere la neve: la settimana che inizia oggi, lunedì 17 dicembre, e che precede le festività del Santo Natale ha spolverato di bianco l’Italia, compresa la nostra regione.

Nei dintorni di Pesaro ha nevicato a Fossombrone, Borgo Santa Maria di Pesaro e Castelvecchio di Monte Porzio. A Fano ha nevicato poco, come uno zucchero a velo, in alcuni punti.

Insomma, il “Big snow” con molta neve nell’Italia centrale e una Bologna coperta di fiocchi dal pomeriggio di ieri è arrivato.

Una tinta non strana per il periodo né imprevista ma che pur, nonostante la sua grazia fiabesca che smussa gli angoli e deforma di un contorno ovattato ogni profilo, lascia sempre perplessità sul da farsi e mette in allerta.

Neve e gelo sulle strade creano rallentamenti, implicano prudenza e cautela, pazienza, espongono il corpo a sbalzi di temperatura e a picchi di freddo ma cosa non da poco ci spingono a dover essere resilienti per fronteggiare le avversità che pur nella leggera incoscienza di esserne avvezzi per l’anno precedente, ci pongono ogni volta dinanzi una piccola sfida.

“Oggi come andrò al lavoro?”. “Quando tornerò come troverò le strade?”. Eppure non è solo danno ma beneficio per aver rivalsa di un io che si prostra a ricevere un senso di umile soggezione del mondo tutto e della natura di cui è ospite. Un freno, una riflessione, un problema, una soluzione.

La neve si fa da padrona e cambia le regole. Ha coperto questa mattina i giardini intorno alle case di Fano e dintorni, ha tinteggiato i rami secchi degli alberi dando un risveglio alpino agli abitanti delle città, ha cancellato e uniformato i colori dei paesaggi marchigiani lungo le vie, ha reso il cielo di un grigio cinereo perlescente assottigliando le visuali e gli scorci e il mare l’ha dipinto di un sapore ancora più invernale quasi a sembrare una lingua sbiadita e languida che si adagia e ritorna morbida in un lento moto.

La neve è scesa silenziosa e ha imbiancato, leggera e spumosa, inconsistente nella sua essenza e all’apparenza eppur forte e grande messaggera. Si registrano pochi gradi sopra lo zero e cali bruschi, come avvenuto a Cascia a -12°, mentre le previsioni parlano di nevischio e piogge sull’Appennino fino alla Campania nelle ore a venire. Una spruzzata, però, potrebbe tornare nell’Italia centrale intorno a mercoledì e nel giorno del 25 Dicembre decretando veramente un bianco Natale.