La Misericordia di Pescara consegna a Grottammare il materiale raccolto per le popolazioni colpite dal sisma

Misericordia Pescara aiuti Grottammare terremotoGROTTAMMARE (AP) – 110 pezzi tra coperte e piumoni, utili per l’arrivo del freddo; 1.715 bottiglie d’acqua; 265 confezioni di pasta, e poi riso, cibo per celiaci, omogeneizzati, biscotti, indumenti intimi, e persino giocattoli per i più piccoli e medicine.

La Misericordia di Pescara ha consegnato ieri, nel Centro di Deposito della Misericordia nazionale di Grottammare, tutto il materiale di prima necessità raccolto già nelle ore immediatamente successive al terremoto del 24 agosto scorso e destinato alle popolazioni di Amatrice, Arquata del Tronto, Pescara del Tronto, e a tutte le frazioni devastate dal sisma che ha raso al suolo interi quartieri e privato di affetti i sopravvissuti.

Lo ha annunciato il Governatore della Misericordia di Pescara, Berardino Fiorilli, che ieri ha guidato la colonna di aiuti che nei depositi della Misericordia di Grottammare ha portato i beni raccolti all’indomani del terremoto. Ad accoglierli è stato il Presidente della Conferenza Interregionale Abruzzo-Marche-Molise della Misericordia, Alessandro Speca, che è anche il Governatore della Misericordia di Grottammare.

“Ovviamente – ha dichiarato Fiorilli – il nostro ringraziamento va alla generosità di tutti quei pescaresi che veramente hanno fatto il possibile per alleviare, seppur in minima parte, il disagio di chi in una manciata di minuti ha perso tutto”.