Con la droga da Ascoli Piceno, arrestati due albanesi

Arresto manette

ASCOLI PICENO – I carabinieri di Sant’Egidio alla Vibrata (Teramo), nel corso di un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato, in flagranza di reato, due albanesi.

Si tratta, in particolare, di un 23enne residente a Civitella del Tronto, celibe, pizzaiolo, incensurato, in regola con il permesso di soggiorno, e di un 29enne residente a Sant’Egidio alla Vibrata, coniugato, muratore, incensurato, anch’egli in regola con il permesso di soggiorno.

Intercettati alle porte di Ancarano, provenienti dalla vicina provincia di Ascoli Piceno, a seguito di una perquisizione veicolare sono stati trovati in possesso di due chili e mezzo di marijuana, suddivisa in quattro buste di cellophane, presumibilmente volte a rifornire il mercato interno vibratiano.

I due insospettabili arrotondavano gli stipendi vendendo la droga a buon mercato. Nel corso dell’operazione sequestrati anche i cellulari per accertamenti tecnici, ma soprattutto per individuare gli acquirenti che saranno segnalati alla prefettura e motorizzazione per la revisione delle patenti di guida. La droga, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 10.000 euro. Per entrambi l’accusa e’ di concorso in detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.