Gdf, nelle Marche riciclaggio per 60 milioni di euro e 572 evasori totali

ANCONA – Negli ultimi 17 mesi nelle Marche la Guardia di Finanza ha accertato un giro di riciclaggio pari a 60 milioni di euro, ha eseguito sequestri per oltre 2 milioni di euro e approfondito 681 segnalazioni di operazioni sospette. I dati emergono dal bilancio dell’attività dei militari diffuso in occasione della Festa per il 245esimo della fondazione del Corpo che si è tenuta ad Ancona. Per riciclaggio e autoriciclaggio sono state sviluppate 18 indagini con denuncia di 124 persone.

Sono state, invece, 7.500 dal 2018 le attività ispettive per individuare diverse forme d’infiltrazione e interessi finanziari, economici e imprenditoriali della criminalità. In applicazione della normativa antimafia, i sequestri e le confische su beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie ammontano rispettivamente a 7 e 14 milioni di euro. Sono stati 5mila gli accertamenti a seguito di richieste dei prefetti, quasi esclusivamente riferiti a verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia.

Guardia di FinanzaTra gennaio 2018 e lo scorso maggio la Guardia di finanza ha scovato 572 evasori totali, soggetti completamente, sconosciuti al Fisco che hanno evaso oltre 170 milioni di euro di Iva. Il dato è compreso nel bilancio dell’attività diffuso ad Ancona in occasione della cerimonia 245/o della fondazione del corpo presieduta dal comandante regionale, gen. di Brigata Fabrizio Toscano. Nei settori dell’evasione fiscale internazionale, delle frodi carosello, delle indebite compensazioni e traffici illeciti, i finanzieri hanno eseguito 618 interventi ispettivi: 645 i reati fiscali (emissioni fatture false, dichiarazioni fraudolente, occultamento contabilità) e 648 le denunce.

Per gli stessi fatti sono stata eseguite misure patrimoniali per 42 milioni di euro e 26 persone sono state arrestate. Durante i controlli sono stati verbalizzati 157 datori di lavoro per l’impiego di 458 lavoratori in nero o irregolari. In 17 mesi, la finanza marchigiana ha compiuto 36mila interventi ispettivi e svolto 2mila indagini delegate.