Fano, porta la ex in gita e la accoltella: arrestato

FANO – Ha invitato la ex compagna e la loro figlioletta di 5 anni alla classica gita di Pasquetta fuori porta, con la scusa di andare a vedere i cavalli in un maneggio. Ma una volta arrivati sulle colline di Pesaro, in strada San Nicola, ha aggredito la donna con un coltello, che aveva portato con sé a questo scopo. Lei è rimasta ferita di striscio, ma è riuscita prima a reagire poi a fuggire con la piccola, chiedendo aiuto. E’ stata soccorsa da un residente della zona, che l’ha sentita urlare.

L’aggressore ha cercato allora di investirla con la macchina, i tre si sono barricati in casa, mentre l’ex ha tirato fuori una tanica di benzina e un accendino, minacciando di darsi fuoco. Nel frattempo sono arrivati altri residenti e poi la polizia, che ha arrestato l’uomo per tentato omicidio. I protagonisti sono due 27enni di Fano, italiani, separati da anni. Lei è stata medicata al pronto soccorso, ne avrà per 8 giorni.

“Questa mattina in giunta abbiamo deciso di assegnare l’encomio della città a Gabriele Ottaviani”, il quarantenne che ieri ha soccorso una 27enne aggredita con un coltello dall’ex, davanti alla loro figlioletta di 5 anni, nelle campagne di Pesaro, dove erano andati con la scusa di fare una gita per Pasquetta. Ottaviani, residente nella zona, era intervenuto sentendo le grida della giovane. Lo annuncia il sindaco Matteo Ricci su Facebook. “Con il suo coraggio e senso civico ha impedito che si commettesse l’ennesimo femminicidio, mettendo in salvo anche la bambina. La città ti è grata. Grazie Gabriele”, sottolinea il sindaco.