Fano, gli appuntamenti speciali al cinema

Al Malatesta e al Politeama ‘Il cielo sopra Berlino (versione restaurata)’ di Wim Wenders ; ‘#AnneFrank – Vite parallele’ di Sabina Fedeli e Anna Migotto
FANO – Due appuntamenti speciali sono in arrivo ai cinema Malatesta e Politeama di Fano. Si partirà da domenica 10 novembre al Politeama (spettacolo ore 18.15 e in replica martedì 12 alle ore 21.15) con la proiezione del capolavoro di Wim Wenders in edizione restaurata “Il cielo sopra Berlino” con una inedita videopresentazione del regista. A 30 anni dalla caduta del muro di Berlino, ritorna nelle sale italiane il film che ha commosso ed emozionato milioni di spettatori, un inno alla vita, all’amore e alla citta’ simbolo dell’europa del dopoguerra. Due anni prima della sua caduta, quel muro fu immortalato proprio nel memorabile film del regista tedesco. Presentato in concorso al 40º Festival di Cannes, l’opera vinse il premio per la migliore regia.
Dalla fine della seconda guerra mondiale, due angeli – Damiel e Cassiel svolgono la missione loro assegnata, aggirandosi nella Berlino odierna, ascoltando i pensieri lieti o tristi delle persone incontrate, che essi vedono solo in bianco e nero. Ma Damiel, più partecipe dell’altro alle ansie degli umani, come alle loro infinite piccole gioie, sente fortemente l’attrazione esercitata dalla città (ancora sfregiata da enormi cicatrici) e dalla sua stessa gente. Un giorno vede in discoteca Marion, una bellissima trapezista licenziata dal circo in cui lavora e sconvolta dalla imminente solitudine, oltre che da presagi di morte, e se ne innamora. Il posto di Damiel è ora accanto a lei, in un ruolo insolito, ma prudente e discreto nella sua tenerezza.
Il restauro del film – un complesso lavoro digitale sulle immagini e il suono, durato quasi un anno, per renderlo disponibile in 4K e Dolby 5.1 – è stato curato personalmente da Wim Wenders e realizzato dalla Wim Wenders Stiftung nel laboratorio di restauro della ARRI grazie a fondi del Medienboard Berlin-Brandenburg e FFA, e del francese CNC. Restauro fortemente voluto da Wim Wenders – che lo ha presentato al pubblico, in anteprima mondiale, alla 68a Berlinale quale evento del programma Berlinale Classics – che ha permesso di portare alla luce lo splendore della fotografia in b&n e colori di Henri Alekan e la nitidezza delle immagini andata perduta nelle copie di proiezione a causa del particolare processo di stampa del tempo. Il cielo sopra Berlino verrà proiettato sempre al Politeama, domenica 10 (alle ore 18.15) e martedì 12 novembre (alle ore 21.15). Alla visione del film e’ abbinata una inedita videopresentazione appositamente realizzata da Wim Wenders.
Da lunedì 11 a mercoledì 13 novembre invece, è in arrivo un nuovo capolavoro prodotto e distribuito da Nexo Digital, che ha ripercorso la vita di Anne Frank attraverso le pagine del suo celebre diario. La pellicola condurrà gli spettatori attraverso la storia di cinque donne, bambine o adolescenti, che hanno conosciuto vicende parallele alla Frank, finendo deportate nei campi di concentramento, ma che sono infine riuscite a sopravvivere alla Shoah. Helen Mirren, la straordinaria attrice già premio Oscar per The Queen, sarà la guida d’eccezione del documentario #AnneFrank. Vite parallele, scritto e diretto da Sabina Fedeli e Anna Migotto, con la colonna sonora di Lele Marchitelli, in uscita nei migliori cinema italiani solamente nelle date dell’11, 12 e 13 novembre.

“Non dobbiamo dimenticare la storia – ha dichiarato la Mirren – anche se stiamo iniziando a perdere la generazione dei testimoni diretti di quanto avvenne in quel terribile periodo. Vi sono guerre in molte parti del mondo a noi vicine, come Siria, Libia e Iraq, e i conseguenti fenomeni migratori interessano l’Europa intera: diventa così facile puntare il dito su popoli, culture, persone diverse, reputandole la causa dei nostri problemi. Per questo è molto importante mantenere viva la memoria e il diario di Anne Frank rappresenta un incredibile insegnamento”.

Anne Frank nacque a Francoforte nel 1929 e quest’anno avrebbe compiuto 90 anni. Il docu-film in programma al Malatesta e Politeama la racconterà attraverso le pagine del suo diario, un testo straordinario ammirato da milioni di lettori in tutto il mondo, non soltanto per la descrizione dell’orrore nazista, ma anche per la brillante intelligenza e il linguaggio moderno di una ragazzina che voleva diventare scrittrice. Anne scriveva di sé, di ciò che accadeva nell’Europa in fiamme, e per confidare le sue paure e le sue riflessioni inventa un’amica immaginaria: Kitty. Grazie alla sua opera, Anne resta ancor oggi un punto di riferimento, uno specchio attraverso cui i ragazzi imparano a guardare il mondo e a farsi delle domande. Nel film la storia di Anne si intreccerà con quella di Arianna Szörenyi, Sarah Lichtsztejn-Montard, Helga Weiss e le sorelle Andra e Tatiana Bucci, altre sopravvissute all’Olocausto, con la stessa voglia di vivere e lo stesso coraggio. Il set è principalmente la camera del rifugio segreto di Amsterdam in cui la ragazzina rimase nascosta per oltre due anni, ricostruita nei minimi dettagli – vedremo gli oggetti della sua vita, le fotografie con cui aveva tappezzato le pareti, i quaderni su cui scriveva – grazie alla cura degli scenografi del Piccolo Teatro di Milano. A fianco di Helen Mirren, voce narrante, sarà un’altra giovane attrice – Martina Gatti – a viaggiare per l’Europa alla scoperta delle tappe della breve vita di Anne e delle altre superstiti della Shoah, raccontando e interpretando anche attraverso i social tutto ciò che scopre. Ecco spiegato il perché dell’hashtag che introduce il titolo del film: Martina scrive infatti una sorta di diario digitale per rivolgersi ai suoi coetanei, mettendo in relazione le tragedie passate con il presente, per capire quale sia oggi l’antidoto contro ogni forma di razzismo e discriminazione.
In occasione dell’uscita di #AnneFrank. Vite parallele numerose iniziative saranno organizzate in tutta Italia a beneficio dei giovani studenti per insegnare loro l’assoluta contemporaneità del messaggio e delle testimonianze di Anne, Arianna, Sarah, Helga, Andra e Tatiana come strumento per decifrare il mondo attuale e come antidoto contro ogni forma di razzismo.
Ricordiamo che in quanto evento speciale “#AnneFrank vite parallele” sarà proiettato solamente nei primi tre giorni della settimana: lunedì 11 al Malatesta alle ore 21.15, martedì 12 al Politeama alle 21.15 e mercoledì 13 novembre al Politeama alle 18.30 e alle 21.15.
Come sempre, per tutti gli spettacoli, ricordiamo a chi voglia evitare file che il biglietto è acquistabile in qualsiasi momento anche online attraverso il sito