Coronavirus Marche, dati e aggiornamenti del 4 giugno 2020

56

Su 624 campioni testati nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3 casi positivi a Pesaro.Il numero di dimessi o guariti sale a 4447.Un decesso

ANCONA  – Oggi, giovedì 4 giugno  2020, i  risultati delle analisi delle ultime 24 ore nella regione Marche sono i seguenti: su un totale di 624 nuove diagnosi effettuate  sono stati riscontrati 3 nuovi casi positivi; l’incidenza  di positivi rispetto a quelli giornalieri testati è dello 0,48% (ieri 0,27 %).

Lo si apprende dal bollettino  diramato dal Gruppo Operativo Regionale per le Emergenze Sanitarie (Gores)  che  fornisce  i dati del Covid 19 e che ha precisato:

“Nelle ultime 24 ore sono stati processati 916 tamponi, di cui 624 del percorso nuove diagnosi e 292 del percorso guariti. I positivi sono 3, tutti della provincia di Pesaro Urbino”. 

In tutto dall’inizio dell’epidemia sono 6738 le persone colpite dal Coronavirus nelle Marche  su 67429 campioni testati totali.

Dopo il brusco  aumento  dei contagi del 4 maggio per altro motivato dal fatto che tale dato relativo ai tamponi raggruppava casi del 29, del 30 aprile, dell’1 e del 2 maggio, i valori sembrano essere a pochi passi dall’azzeramento delle nuove diagnosi. Nel mese di maggio  gli incrementi giornalieri hanno oscillato dallo 0,00% al 3,42% segno che il contagio ha perso  vigore.Altri segnali significativi  di una tendenza positiva vengono  dal numero di dimessi/guariti che cresce di giorno in giorno e dal calo di terapie intensive e nuovi ricoveri.Siamo sulla strada giusta, ma bisogna continuare a rispettare le regole affinché si possano avere risultati sempre più confortanti.

Il grafico sull’andamento dei contagi giornalieri nelle Marche nel periodo 13 marzo – 4 giugno  2020.

Si ricorda che è attivo il Numero Verde 800 936 677 della Regione Marche per informazioni sull’emergenza Covid-19.

App Immuni è disponibile per essere scaricata dai cittadini

L’App Immuni è ora disponibile per essere scaricata sui telefoni di tutti i cittadini. Nelle prossime settimane nelle Marche e in altre tre regioni (Liguria, Abruzzo e Puglia) l’App sarà operativa in fase sperimentale, per consentire di mettere a punto le procedure di introduzione in tutta Italia.
I cittadini sono dunque invitati a scaricarla e ad attivare il bluetooth del proprio telefono, necessario per consentire il passaggio dei dati.
“Ora abbiamo un’arma in più per fronteggiare il Covid e per contenere il virus – afferma il presidente Luca Ceriscioli- e per questo le Marche hanno aderito volentieri alla fase sperimentale. L’App Immuni è un ulteriore strumento a nostra disposizione: nessuno saprà dove siamo, cosa facciamo o come ci chiamiamo, ma l’App potrà informarci immediatamente se siamo entrati in contatto con una persona positiva, e ci consentirà di seguire subito i necessari percorsi di sicurezza sanitaria. Quindi l’invito a tutti è quello di scaricare l’App e di attivare il bluetooth del proprio cellulare”.
Immuni è un’App unica nazionale per il tracciamento dei contatti, interoperabile anche a livello europeo, che consentirà di individuare in maniera sempre più completa le persone potenzialmente esposte al virus COVID-19 e, attraverso le misure di sorveglianza sanitaria, interrompere la catena dei contagi.

L’App funziona senza seguire gli spostamenti, senza conoscere l’identità della persona che la installa sul proprio cellulare, o quella delle persone con cui si entra in contatto.
“Con il contributo di tutti – si legge nella schermata introduttiva – Immuni aiuta a contenere il virus e a tornare il prima possibile alla normalità “.
Una volta attivata, l’App registra i contatti con altri utenti usando il Bluetooth: scambia codici temporanei casuali con altri dispositivi che l’hanno installata. Questi codici non permettono di risalire all’identità dell’utente. Lo scambio è bidirezionale: ogni smartphone invia il proprio codice e riceve i codici degli smartphone nelle vicinanze, salvandoli nella propria memoria interna.
Quando un utente Immuni risulta positivo al SARS-CoV-2, attraverso l’App si attiva un meccanismo per cui vengono avvisati i possibili contatti, che dovranno avvisare il medico di medicina generale o pediatra di libera scelta per iniziare il percorso assistenziale.
L’applicazione si può scaricare gratuitamente e volontariamente su telefoni iOS e Android, non accede alla rubrica, non invia SMS e non chiede il numero di telefono all’utente. Per l’assistenza tecnica è attivo il numero verde nazionale 800912491 tutti i giorni dalle 7 alle 22.

Info sul sito https://www.immuni.italia.it

Aggiornamento Gores ore 12.00

Il numero di dimessi o guariti sale a 4447

Andiamo ad analizzare il bollettino che  il Gruppo operativo regionale per le emergenze sanitarie ha fornito  ,oggi,4 giugno 2020,a metà giornata, sui dati relativi alla situazione dei contagi e dei ricoveri nelle Marche .

Sale  a 4447 (ieri 4438)  il numero di persone guarite o dimesse dagli ospedali marchigiani  nell’ambito dell’emergenza Coronavirus.

57 sono i  ricoverati (ieri erano 65) ,di cui 5 in terapia intensiva  (8 ieri) , 7 in semi-intensiva  (ieri 8) ,25 area post-acute  (ieri 30) ; i pazienti  in reparti non intensivi sono  20 come  ieri .

I casi riscontrati positivi ai test sono 6738 su 67429  casi diagnosticati,  di cui 1246 isolati in casa.

Le persone  isolate in casa per contatti con persone positive al Covid-19  sono  1979 (723 con sintomi e 1256 asintomatici) .In isolamento in casa 211 operatori sanitari.

Del totale dei casi positivi 1872 (come ieri), si riferiscono alla provincia di Ancona, 2748 ( ieri 2745) a quella di Pesaro-Urbino ,1123 (come  ieri)  alla provincia di Macerata, 470 (come ieri ) a quella di Fermo, 290 (come ieri)  a quella di Ascoli Piceno .Il servizio sanitario regionale delle Marche segue anche 235 (come ieri ) , casi fuori regione.

La provincia di Pesaro Urbino continua ad essere la più colpita dall’inizio del contagio . La  provincia di Ascoli Piceno,dove non si registrano nuovi casi da 19 giorni, si dimostra invece in assoluto la meno colpita di tutta la regione Marche.

Il grafico sulla distribuzione dei casi positivi per Provincia

Aggiornamento Gores ore 18.00 sui decessi

Il Gores ha comunicato che oggi  è purtroppo deceduta una persona.

Ricordiamo che le   morti correlate al Coronavirus dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono  989 così ripartite nelle varie province:

522 persone erano domiciliate nella Provincia di Pesaro-Urbino,215 in quella di Ancona, 166 in quella di Macerata, 65 in quella di Fermo ,13 in quella di Ascoli Piceno e 8 erano residenti in altre regioni.

L’età media dei deceduti è di 80,5 anni;il 94,9% soffriva di patologie preesistenti.