Corinaldo, presentata la stagione teatrale 2022 del Teatro Goldoni

18

Il 7 gennaio Amanda Sandrelli nella “Lisistrata” di Aristofane aprirà la nuova stagione teatrale. Principi: “Il teatro, bottega sempre aperta, qualifica la nostra comunità”

CORINALDO (AN) – Amanda Sandrelli nella “Lisistrata” di Aristofane per la regia di Ugo Chiti apre venerdì 7 gennaio 2022 la nuova stagione 2022 del teatro Carlo Goldoni di Corinaldo proposta da Comune e AMAT con il sostegno di MiC e Regione Marche.

Primo dei cinque titoli del cartellone presentato oggi a teatro dal sindaco Matteo Principi, con l’assessora Giorgia Fabri, Raimondo Arcolai coordinatore della programmazione AMAT e Simone Guerra, direttore artistico ATGTP-Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, è “Lisistrata” vede in scena con la Sandrelli la storica compagnia toscana Arca Azzurra Teatro. Da quasi 2500 anni questa commedia ci guarda sconsolata di fronte alle tragedie, alle miserie, ai disastri provocati da stupidità, arroganza, vanità, superficialità: sostantivi femminili (come “guerra”), ma immancabilmente attributi maschili. Il meccanismo teatrale è modernissimo e con il paradosso ci fa scoprire senza falsi pudori i meccanismi perversi dell’irragionevolezza umana.

La stagione prosegue domenica 6 febbraio con “Oblivion Rhapsody”, vera e propria summa del mondo Oblivion: “In piena crisi di mezza età – scrivono – i cinque sfidano sé stessi con un’inedita versione acustica della loro opera omnia. Cinque voci, una chitarra, un cazzotto e miliardi di parole, suoni e note scomposti e ricomposti a prendere nuova vita”.

Maria Amelia Monti è la protagonista di “S’è fatto tardi molto presto. Il tempo nella poesia, nella scienza e nella canzone” scritto, diretto e narrato da Edoardo Erba con il pianoforte di Massimiliano Gagliardi, in scena venerdì 20 aprile. Attraverso un diario semiserio, uno scrittore appassionato di fisica –Erba – racconta la sua difficoltà nel comprendere i nuovi concetti che riguardano il Tempo e a intuirne le implicazioni nella vita reale. La narrazione, fatta di flash pieni di umorismo, introduce l’emozionante selezione di poesie contemporanee lette dalla Monti.

Domenica 20 marzo il Teatro Goldoni ospita (in pomeridiana alle ore 17) “E col(e) teatro? una lunga storia d’amore. Quadri d’autore in voce, in musica, in danza” in una collaborazione nata da un’idea di Paolo Pirani fra la compagnia locale Teatro Time e GDO E.Sperimenti Dance Company. Un viaggio scenico, sostenuto dalle musiche di Paoli, Zero, Einaudi, Philip Glass e Strauss, fra “incontri” particolarmente significativi, primo fra tutti quello con Tonino Guerra (a cui, nel decennale della scomparsa, lo spettacolo è dedicato). In scena con Pirani ci sono Patrizia Salvatori, Vittorio Saccinto, Arianna Frattesi, Mauro Morsucci.

È GDO E.Sperimenti Dance Company a chiudere la stagione sabato 26 marzo con la performance di danza contemporanea “Tunisi Italia 2.2” con le coreografie di Federica Galimberti. La connessione tra i popoli e il mare attraverso la danza sono alla base del progetto internazionale nato lo scorso novembre fra danzatori italiani impegnati in una tournée a Tunisi e danzatori tunisini per una significativa collaborazione tra i due paesi che ora arriva a Corinaldo.

Spazio anche ai ragazzi con una programmazione ad hoc proposta dall’ATGTP: domenica 23 gennaio con “Mago per svago” e il 27 marzo con “Valentina Vuole”. E per finire, la rassegna per le scuole: 8-9 febbraio “Fratelli in fuga-Storia di Lollo e Michi”, 15-16-17 febbraio “Papero Alfredo”, 18 febbraio “Esterina cento vestiti”, 10 marzo “Coccole” e 17 marzo “Black Aida-Una fiaba africana”.

Informazioni e prevendite: Corinaldo biglietteria del Teatro Goldoni tel. 338 6230078 – teatro@corinaldo.it (prenotazione obbligatoria tre giorni prima); Biglietti anche nelle biglietterie del circuito AMAT/Vivaticket e on-line sul sito www.vivaticket.com.

Info AMAT tel. 071/2072439 www.amatmarche.net.

Biglietti spettacoli prosa: 1 settore 18,00 euro, 2° settore 15,00 euro; riduzione per i ragazzi 16-30 anni e per possessori della “Carta del Donatore” AVIS, 1°settore 15,00 euro, 2°settore 12,00 euro.

La domenica dei bambini: biglietti adulti 8,00 euro; ridotto Soci Coop 7,00 euro; ragazzi 6,00 euro; sotto i 3 anni 0,50 centesimi

Promozione per i nonni: accompagna i tuoi nipoti a teatro e avrai un ingresso omaggio.

Promozione per i ragazzi: vieni a tre spettacoli e avrai un ingresso omaggio per il terzo.

Il tuo compleanno a teatro: invita gli amici a uno spettacolo in cartellone, paghi 5,00 euro per loro e tu entri gratis.

L’ingresso a teatro è consentito nel rispetto delle normative di sicurezza sanitaria vigenti e indossando la mascherina di tipo ffp2.

Inizio spettacoli ore 21.15 (20 marzo ore 17.00).

Matteo Principi, sindaco di Corinaldo: «Il teatro è una bottega aperta che qualifica la nostra comunità, la vita dei corinaldesi e non solo. Quando la porta del teatro è rimasta chiusa, ci siamo sentiti tutti un po’ più soli con la percezione che ci mancasse qualcosa. La comunità corinaldese ci ha stimolato nel riprogrammare, riaccelerare, riaprire una stagione teatrale che è ormai anima del nostro borgo. Grazie all’assessora Giorgia Fabri che, insieme all’Ufficio cultura, ha riaperto il nostro teatro e ha fatto sì che, negli anni, le persone acquisissero una sensibilità per il teatro quindi per tutte le forme di arte e cultura.

Giorgia Fabri, Assessora alla cultura: «Nelle difficoltà del momento, abbiamo combattuto con tutte le nostre forze per non perdere il patrimonio umano che nel nostro teatro ha trovato casa in tutti questi anni, parlo di professionisti ma anche di amatori. Nei momenti più difficili abbiamo trovato il supporto di AMAT e ATGTP e per questo li ringraziamo. Il teatro è un luogo positivo che, grazie alle persone, si anima e crea comunità e la soddisfazione più grande, oltre i numeri, rimane quella di vedere ogni anno un volto nuovo in più. Per questa stagione abbiamo scelto due chiavi di lettura: il dialogo e l’umorismo; abbiamo cercato, attraverso i 12 spettacoli proposti, di trasmettere un po’ di quella serenità richiestaci da tanti. In più siamo riusciti a riportare al Goldoni le scuole, per far sì che il teatro possa diventare anche un luogo dove i bambini possano vivere le emozioni.»

Melissa Riccardi, responsabile Ufficio Cultura: «In questo momento di difficoltà, quella dei teatri è una realtà coesa. Ripartiamo con più entusiasmo.»

Raimondo Arcolai, coordinatore area programmazione AMAT: « I teatri sono sempre stati luoghi sicuri, chi viene a teatro viene in un luogo sicuro. AMAT è onorata di lavorare con il comune di Corinaldo, con un’Amministrazione viva, dalle idee chiare, sensibile e aperta, con un entusiasmo e una passione che da sempre la contraddistingue e che sa trasmettere. Il programma teatrale (arricchito anche dal teatro ragazzi) di una piccola cittadina in un momento di grande difficoltà, pandemica ma anche economica, sia un esempio per tutti: con una nuova stagione teatrale si comprende che c’è la volontà di arricchire la comunità. Il teatro è evidenza di un arricchimento continuo. L’Amministrazione ha fatto uno sforzo per ripartire e sono sicuro verrà ripagato ora e nel futuro.»

Simone Guerra, direttore artistico ATGTP-Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata: «L’entusiasmo è contagioso. Riportiamo a teatro anche le nuove generazioni, con spettacolo belli e avvincenti. Questo è un progetto per la città, non una serie di eventi.»

da sn Riccardi, Arcolai, Principi, Fabri, Guerra.jpg