Corinaldo, inaugurata la Sala del Costume e delle Tradizioni popolari

9

CORINALDO – Sabato 14 gennaio è stata riaperta al pubblico con un nuovo allestimento la Sala del Costume e delle Tradizioni popolari di Corinaldo. La cerimonia ha visto la partecipazione di tanti cittadini e visitatori spinti dalla curiosità di scoprire le novità dell’esposizione che custodisce la testimonianza di una delle manifestazioni più apprezzate delle Marche: la rievocazione storica della “Contesa del pozzo della polenta”.
La cerimonia si è aperta con i saluti del Sindaco Gianni Aloisi seguiti dall’intervento dell’Assessore Regionale alla Cultura Chiara Biondi. L’Assessore Francesco Spallacci ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato in qualsiasi modo alla realizzazione del nuovo allestimento. Un saluto è stato portato dall’ex sindaco Matteo Principi. Saluti e ringraziamenti finali da parte di Federico Genga, presidente dell’Associazione Pozzo della Polenta.
Dopo i saluti si è passati al momento del taglio del nastro, preceduto dalla benedizione da parte del Parroco di Corinaldo. Subito dopo, a sorpresa, sono usciti dalla Sala sbandieratori e musici del Gruppo Storico che hanno regalato a tutto il pubblico un’esibizione di arte della bandiera.
Moltissime le persone che hanno subito voluto visitare la sala, apprezzando la scelta espositiva e tutti i supporti alla visita predisposti all’interno. Tra le cose più interessanti realizzate in questa occasione c’è il nuovo virtual tour, disponibile sul sito www.corinaldoturismo.it nella sezione dedicata ai Luoghi della Cultura, che permette a tutti di scoprire in anteprima il percorso espositivo della sala con riprese a 360° in alta risoluzione.
La cerimonia si è conclusa presso l’Arena del Sole Nascente dove l’Associazione Pozzo della Polenta ha offerto un piatto della tradizionale polenta.
È possibile visitare la Sala del Costume secondo gli orari di apertura dei Luoghi della Cultura di Corinaldo.
Per info sulla visita: Ufficio IAT Corinaldo – Tel. 071 7978636 – email iat1@corinaldo.it