Civitanova, arrestato 26enne per detenzione di droga ai fini di spaccio

36

pattuglia carabinieri

I Carabinieri hanno controllato complessivamente 58 veicoli; identificate 87 persone

CIVITANOVA MARCHE – Nella serata di ieri è stato svolto a Porto Recanati a cura dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Civitanova Marche, collaborati nella fase esecutiva dai colleghi della Stazione Carabinieri di Porto Recanati, Montelupone e Civitanova Marche Alta, specifico servizio a largo raggio disposto dal Comando Legione Carabinieri Marche finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e/o psicotrope, nel corso del quale hanno tratto in arresto H.B.M., ventiseienne celibe, originario della provincia di Ancona e domiciliato a Porto Recanati, ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente ex art. 73 d.p.r. 309/90.

Il dispositivo, articolato con diverse pattuglie distribuite sul territorio portorecanatese, ha consentito di setacciare i luoghi di maggiore aggregazione giovanile, i giardini pubblici, le piazze Brancondi e Kromberg, lo scalo ferroviario, ove sono state controllati complessivamente 58 veicoli ed identificate 87 persone. In tale contesto, i militari dell’Aliquota Operativa intorno alle ore 21.00 hanno notato un insolito andirivieni nei pressi della Piazza dei Mille, quindi hanno deciso di seguire il flusso ed effettuare una perquisizione domiciliare a casa del giovane spacciatore nel centro cittadino, dove sono state effettivamente recuperati numerosi involucri di cellophane contenenti sostanza stupefacente occultati in diversi punti dell’appartamento per complessivi grammi 46 di hashish e 02 di marijuana, oltre alla somma contante di euro 4.880,00 in banconote di vario taglio ritenuto provento di spaccio, un telefono cellulare, una bilancia elettronica di precisione, una agenda recante la contabilità dell’attività’ illecita, altro materiale utile al confezionamento delle dosi, tutto ovviamente sottoposto a sequestro penale.

Il giovane, in ossequio alle disposizioni impartite dal Procuratore della Repubblica di Macerata dott. Claudio Rastrelli è stato dichiarato in arresto e trasferito presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida previstaodinanzi al Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Macerata.

Nell’ambito del medesimo dispositivo sono tati segnalati alla Prefettura di Macerata due diciannovenni di Porto Recanati poiché trovati in possesso di piccole quantità di marijuana destinata ad uso personale, mentre, sono state contestate sette sanzioni amministrative per complessivi euro 2.800,00 per la violazione delle misure di contenimento epidemiologico ex d.l. 33/2020 convertito con Legge 74/2020 per inottemperanza del divieto di circolazione oltre il limite orario consentito senza comprovate esigenze o giustificato motivo.