Cingoli, tentato furto aggravato: denunciato 20enne

I Carabinieri hanno fermato il giovane, residente nella provincia maceratese e conosciuto alle cronache ,dopo che aveva tentato di scassinare una macchinetta del video poker

CINGOLI –  Ieri sera , presso la sala slot di Cingoli ,già presa di mira lo scorso anno per un tentativo di furto da cui è partita l’indagine “Shelter” che ha condotto all’emissione di misure cautelari di 4 soggetti , un individuo ha tentato di scassinare una macchinetta del video poker con un arnese. Il malvivente non è riuscito nel suo intento e si è dato alla fuga. Sono stati chiamati i Carabinieri di Cingoli, i quali hanno visionato le immagini di video sorveglianza ed  hanno individuato il soggetto con il volto travisato da un cappuccio. I militari si sono messi subito alla ricerca dell’individuo solo con l’indizio degli indumenti.

Dopo alcune ore hanno notato  nel paese un soggetto con l’abbigliamento moto simile a quello indossato dal malvivente , lo hanno poi fermato e condotto in caserma. Qui, l’immediata comparazione con le immagini ha consentito di osservare la corrispondenza della felpa con un noto marchio e degli occhiali . Rintracciato dai militari anche il “piede di porco” utilizzato per il tentato furto.Il ventenne  è stato denunciato alle Autorità Giudiziarie.