Cingoli, spacciatore viola i domiciliari e finisce in carcere

Gazzella CarabinieriCINGOLI – Lo scorso aprile, nell’ambito dell’operazione antidroga denominata “Shelter”, uno degli spacciatori arrestati  aveva ottenuto i domiciliari.

L’uomo,però, non ha ottemperato a quanto disposto dal magistrato, che aveva disposto per lui contatti solo con persone della propria cerchia familiare.

I carabinieri della stazione di Cingoli hanno pertanto notificato a suo carico una misura di aggravamento della custodia cautelare a seguito della violazione delle prescrizioni che doveva  osservare per il mantenimento dei domiciliari.

 Il Gip  ha deciso che l’uomo tornasse in carcere ad Ancona, dove è stato condotto.