Castelraimondo, raccolta rifiuti: arrivano i cassonetti intelligenti

CastelraimondoGrazie a un finanziamento di 450 mila euro saranno sostituiti tutti i cassonetti stradali nell’ambito della sperimentazione del sistema di tariffa puntuale dei rifiuti

CASTELRAIMONDO (MC)  – Arriva a Castelraimondo, nell’ambito della sperimentazione del sistema di tariffa puntuale che vede il Comune come ente capofila su tutto il territorio della provincia, un finanziamento di 450 mila euro nell’ambito di un progetto regionale per la realizzazione di dotazioni strutturali o l’acquisizione di attrezzature. Castelraimondo è l’unico comune della provincia a ricevere il cospicuo finanziamento che permetterà all’amministrazione comunale, con il supporto tecnico di Cosmari, di sostituire tutti i cassonetti stradali con dei cassonetti “smart”.

“Questo riguarderà i cassonetti relativi al vetro, all’umido, e ai pannolini RSU, quelli che già si trovano nelle aree predisposte – ha spiegato l’assessore competente, Elisabetta Torregiani – mentre non riguarderà la raccolta porta a porta dei sacchetti multimateriale “blu” e indifferenziato “giallo” che proseguirà con le modalità già previste. Le aree di raccolta diventeranno dei “Green point”, con dei cassonetti intelligenti che funzioneranno tramite la tessera che ciascuna famiglia possiede per ritirare i sacchetti”.

Un sistema automatizzato infatti permetterà l’apertura dei cassonetti indicati e sarà lo stesso meccanismo ad avvisare il gestore quando i cassonetti saranno pieni, per ottimizzare anche la raccolta dei rifiuti. Le procedure sono seguire dal Cosmari, con il presidente Giampaoli e tutto il suo staff, che sta predisponendo la gara europea per la dotazione dei cassonetti.
“Siamo molto soddisfatti di aver ottenuto questo finanziamento che ci permette un intervento significativo nella nostra cittadina – ha aggiunto il sindaco, Renzo Marinelli –proseguiamo con la sperimentazione della tariffa puntuale. Essere i primi sul territorio provinciale ci permetterà, in prospettiva di un’applicazione del sistema su tutti i Comuni, di calibrarla più precisamente per evitare che in futuro possano verificarsi anomalie. Per questo voglio ringraziare tutta la popolazione che nel mese di gennaio si è adeguata alle nuove regole e che sta collaborando, come ha sempre fatto, per ottenere dei risultati sempre migliori anche nella raccolta differenziata, che è uno di quei gesti di buona cittadinanza e per la difesa dell’ambiente a cui siamo tutti chiamati”.
Intanto è ancora possibile ritirare i nuovi sacchetti e la tessera in Comune, il giovedì pomeriggio e il sabato mattina negli uffici preposti ubicati nella palazzina lungo Corso Italia. Inoltre, dopo il primo semestre, sarà organizzato un incontro per fare il punto della situazione riguardo alla sperimentazione che tutta la cittadinanza sta portando avanti.