Castelfidardo, inaugurazione della nuova residenza “Mordini”

Mordini Castelfidardo

Presente il presidente Ceriscioli: “In tre anni aumentati, nelle Marche, di 1.500 i posti letto disponibili con le convenzioni sottoscritte”

CASTELFIDARDO – Una struttura all’avanguardia, con 88 posti disponibili e servizi al passo con i tempi. È la nuova residenza “Ciriaco Mordini”, inaugurata dall’amministrazione comunale a Castelfidardo, alla presenza del presidente della Regione, Luca Ceriscioli. La casa di riposo è stata realizzata nella zona di Acquaviva ed è operativa da metà agosto, a seguito del trasferimento degli ospiti dalla storica sede di via Podgora, Viene gestita da Coos Marche.

“È una bella struttura, quella che oggi inauguriamo – ha detto il presidente Ceriscioli – Non è bella solo esteticamente, ma sicura, perché antisismica, in grado di accogliere al meglio i servizi con spazi e dimensioni adeguati. Un investimento da 5 milioni di euro che garantisce una qualità importante, con un incremento dei in posti letto disponibili”.

Nelle Marche, come in Italia, ha ricordato Ceriscioli, “sempre più abbiamo bisogno di queste strutture. Avere più posti letto è un grande servizio per le famiglie, per le persone che trovano qui una risposta sociale importante. Come Regione abbiamo un compito sul socio sanitario estremamente significativo. Il contributo dato, attraverso le convenzioni, a queste strutture, è essenziale per il loro funzionamento. In questi tre anni abbiamo aumentato di 1.500 i posti letto disponibili grazie a queste convenzioni, sicuri di fare una cosa buona per il nostro territorio, per essere vicino alle persone e alle famiglie”.

Il presidente si è poi soffermato sul ruolo del privato nel socio sanitario: “Credo che Coos Marche , che quest’anno compirà 40 anni di attività, rappresenta al meglio la qualità, la volontà di offrire un servizio sempre all’avanguardia investendo, credendoci e anticipando anche quello che poi fanno le istituzioni pubbliche. Le cose funzionano in una società quando si collabora, quando insieme si sviluppa un grande progetto. E la collaborazione, che sempre c’è tra la Regione e realtà come Coos, è un segno importane. Non abbiamo bisogno di scontri e ideologie, ma di risposte concrete come quelle date a Castelfidardo”.

Un lungo iter, iniziato nel 2013, ha portato al raddoppio del Mordini, con un salto di qualità dell’assistenza, sottolineato dai rappresentanti istituzionali e dalla autorità intervenute alla cerimonia di inaugurazione. I posti disponibili sono passati da 45 a 88, con camere a due posti, bagni interno e tre mini appartamenti per coniugi autosufficienti. La ripartizione, tramite convenzioni e tariffe biennali bloccate, assegna 37 ospiti alla cooperativa Cooss Marche (che gestisce la struttura per il Comune), 25 all’Asur, 20 all’amministrazione comunale e 6 persone negli alloggi. La residenza è dotata di impianti tecnologici di nuova generazione e disporrà, a breve, di due giardini all’inglese, con gazebo per favorire la socializzazione tra gli ospiti e di un’area verde per le loro attività orticole.