Il Capo dello Stato Mattarella in visita all’Università di Camerino

38

CAMERINO (MC) – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella torna oggi nelle Marche, per la sesta volta dall’inizio della crisi sismica cominciata il 24 agosto scorso, per prendere parte, presso l’auditorium Benedetto XIII, alla cerimonia di inaugurazione del 681mo Anno accademico dell’Università di Camerino, che ha ripreso l’attività nonostante i danni subiti.

Il Capo dello Stato era già stato a Camerino il 2 novembre scorso, incontrando alcuni sfollati. Stamani, prima della cerimonia di ateneo cui prenderà parte anche il presidente della Confindustria Vincenzo Boccia, Mattarella vedrà i sindaci della provincia di Macerata nell’aula del rettorato. In questi mesi il presidente ha a più riprese fatto sentire la sua vicinanza alle popolazioni marchigiane del Cratere.

Il 27 agosto 2016, ad Ascoli Piceno, aveva preso parte ai funerali delle vittime, il 27 novembre ha visitato Ussita, il 15 dicembre Acquasanta Terme e Pescara del Tronto, il 22 dicembre ha incontrato gli sfollati ospiti degli hotel di Porto Recanati e Porto Sant’Elpidio. Questa è la sesta visita alle aree terremotate delle Marche.

Il Capo dello Stato è arrivato da poco a Camerino e si appresta a incontrare i sindaci della provincia di Macerata: particolare attenzione sarà rivolta al tema dell’emergenza e della ricostruzione post sisma. Mattarella è giunto a Camerino a bordo di un elicottero che è atterrato nel complesso sportivo delle Calvie, ed è stato accolto dal sindaco Gianluca Pasqui e dal prefetto di Macerata Roberta Preziotti. Ad attenderlo nella sede del Campus, il rettore Flavio Corradini e il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli.