Camerino, “La festa della musica”: il 21 giugno all’Archivio di Stato

26

Nel primo evento post-Covid il Trio Correnti si esibirà in diversi generi e stili

CAMERINO – Sarà la musica a riaprire la stagione degli eventi post Covid19 a Camerino. La prima manifestazione aperta al pubblico dopo l’emergenza sanitaria sarà infatti “La festa della musica” che torna domenica in occasione della Giornata internazionale della musica. Alle 10,30 sarà il Trio Correnti a far risuonare le note musicali attraverso diversi generi e stili nel suggestivo cortile interno della sede monumentale dell’Archivio di Stato della sezione di Camerino allietando la domenica mattina con la leggerezza che solo la musica sa trasmettere.

“Abbiamo accolto con grande piacere questa iniziativa – spiega il Maestro Vincenzo Correnti – pensando di coglierla come un’occasione per rendere unica e senza confini una giornata speciale. La musica è in grado di superare ogni confine, ogni distanza, ogni limite. Lo abbiamo visto nel corso della pandemia e lo confermiamo oggi potendo tornare a suonare insieme, seppur con qualche restrizione nel rispetto delle normative imposte dal Covid19”. Non sarà una festa come gli altri anni, ma sarà un segnale di ripresa, un momento in cui esprimere che la voglia di vivere e di ritornare alla normalità è più forte di ogni paura.

Il collaudato trio composto dai tre musicisti: Vincenzo Correnti al clarinetto, Chiara Ercoli al pianoforte, Giacomo Correnti alla batteria allieterà il pubblico con tango; swing, ballade, temi celebri. Un evento che s’inserisce anche nel progetto turistico-culturale Camerino Meraviglia presentato la scorsa settimana, come sottolinea anche l’assessore al turismo e alla cultura Giovanna Sartori: “Non poteva iniziare meglio l’estate di Camerino che parte a ritmo di musica, all’interno di un cortile splendido come quello dell’Archivio di Stato della nostra sezione.Per altro mi piace proprio vedere eventi che nascono nella collaborazione di realtà cittadine diverse tra loro. Per questo ringrazio Daniela Casadidio e la direttrice Fausta Pennesi per aver pensato e organizzato questo evento”.