Camerano, tatuatore aggredisce e sequestra 2 collaboratori

36

CAMERANO – Un tatuatore di 44 anni, della provincia di Pisa, ha aggredito la scorsa notte 2 collaboratori e li ha rinchiusi nel bagno della stanza da loro occupata in una struttura ricettiva di Camerano, minacciandoli di morte con pistola e coltelli. Sono stati liberati dai carabinieri di Camerano e DEL Radiomobile di Osimo e Castelfidardo, allertati da una telefonata che uno dei due era riuscito a fare a un parente.

I militari sono riusciti a far uscire l’aggressore dalla stanza e poi lo hanno immobilizzato. I tre si trovavano a Camerano per partecipare alla prima ‘Tatoo Convention’ al Palaprometeo ad Ancona. Sequestrata una pistola con matricola abrasa marca Hermann Weihrauch, cal 22 con 4 munizioni nel tamburo, un coltello militare lungo 32,5 cm e un attrezzo multiuso.

Il 44enne è stato arrestato per sequestro di persona e porto di arma clandestina e oggetti atti a offendere e rinchiuso nel carcere di Montacuto. Ha agito per futili motivi, in un momento di squilibrio mentale.