Botte a casa e poi in ospedale, arrestato 19enne

ANCONA – Dopo aver picchiato la giovane compagna, che poi si era recata in ospedale per farsi medicare, l’ha raggiunta nel parcheggio del Pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Ancona e l’ha presa a pugni di nuovo rompendole il setto nasale. Autore dell’aggressione un 19enne che è stato individuato e arrestato dagli agenti delle volanti della Questura di Ancona per lesioni personali aggravate dal fatto che il 19enne indossava un anello al momento dell’aggressione, che ha causato ferite ancora più gravi alla donna colpita.

Secondo una prima ricostruzione i due avevano litigato presso la loro abitazione e, per motivi ancora da accertare, l’uomo l’aveva percossa. Per questo lei era andata al Pronto soccorso per gli accertamenti e cure del caso. A quel punto il compagno l’aveva raggiunta e picchiata di nuovo causandole, oltre alla frattura del setto nasale, tumefazioni ed escoriazioni al viso: lesioni guaribili in 30 giorni. Ora il 19enne è stato posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.