Ascoli Piceno, tavola rotonda: “Prospettive e opportunità per il rilancio del territorio”

Lunedì 14 gennaio presso la  Camera di Commercio di Ascoli Piceno interverranno  il sottosegretario Guido Guidesi, il senatore Paolo Arrigoni e l’onorevole Giorgia Latini

ASCOLI PICENO – “Idee concrete e proposte valide per dialogare e confrontarci sul futuro del nostro territorio”. Con queste parole l’onorevole Giorgia Latini invita commercianti, imprenditori, liberi professionisti e tutti i cittadini a partecipare alla tavola rotonda in programma lunedì 14 gennaio alla Camera di Commercio di Ascoli Piceno a partire dalle ore 18. Nella sala Gialla di via Mercatini 23, si terrà infatti l’incontro “Prospettive e opportunità per il rilancio del territorio”: interverranno Guido Guidesi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri per i rapporti con il Parlamento, e il senatore Paolo Arrigoni, questore del Senato, a fornire il proprio prezioso contributo saranno anche esperti e addetti ai lavori.

Si tratta di un’iniziativa molto importante, volta a evidenziare le esigenze prioritarie del Piceno e del sud delle Marche” ha aggiunto la Latini, vicepresidente della Commissione Cultura, Scienza e Istruzione alla Camera dei Deputati.

Sarà l’occasione per confrontarci, discutere e approfondire temi delicati che tutti noi abbiamo davvero a cuore. Dopo il drammatico terremoto che ha colpito i nostri territori e una condizione di crisi generale che ha messo in ginocchio molte famiglie, servono idee vincenti e progetti concreti per rilanciare queste zone. Proposte e opportunità saranno illustrate insieme a tanti esperti del settore, invito tutti a partecipare a un’iniziativa che può essere motore e volano per la ripresa economica e sociale del nostro territorio” ha concluso l’onorevole Latini.

Entusiasta per l’iniziativa anche il senatore Paolo Arrigoni: “Si tratterà di un incontro molto importante per sviluppare insieme progetti strategici per la crescita del territorio. Con idee e proposte innovative possiamo davvero far ripartire quelle zone martoriate dal terremoto e ormai da anni logorate dalla crisi, insieme creeremo le condizioni per tornare a guardare con fiducia al futuro”.