Ascoli Piceno, indagine della Gdf su una società fallita: sequestrati beni per oltre 1,3 milioni

140

Guardia di FinanzaASCOLI PICENO – La Guardia di Finanza di Ascoli Piceno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni, emesso dal Gip di Teramo, per oltre 1,3 milioni di euro tra automezzi e mezzi agricoli, un fondo agricolo di 7,5 ettari con annessi due fabbricati, 5 titoli seminativi Pac e sei fabbricati.

Il provvedimento è scaturito da un’indagine sul fallimento di una società di trasporti del teramano, che ha consentito di individuare persone dello stesso nucleo familiare che, dopo aver affidato l’amministrazione della società a un prestanome, avrebbero attuato operazioni fraudolente per distrarre i beni alla garanzia del ceto creditorio.

Il trasferimento di beni e risorse finanziarie ad altre persone fisiche e soggetti giuridici avrebbe consentito agli indagati di proseguire le attività economiche utilizzando, di fatto, gli stessi asset patrimoniali e commerciali della società fallita e, al contempo, di mettere al riparo i beni dalle azioni di recupero già in corso da parte dell’Amministrazione finanziaria.