Ascoli Piceno, al via le riprese di Umami – Il Quinto Sapore

35

 

Il film, diretto da Angelo Frezza, è interpretato da  Karin Proia, Angelo Orlando, Daphne Scoccia, Enrico Oetiker, Antonella Laganà e Antonella Ponziani

ASCOLI PICENO – Sono iniziate mercoledì 4 novembre ad Ascoli, le riprese di Umami – Il Quinto Sapore, commedia per la regia di Angelo Frezza (Sweet Sweet Marja), interpretata da Karin Proia, Angelo Orlando, Daphne Scoccia, Enrico Oetiker e Antonella Laganà, quest’ultima anche produttore associato. Nel cast anche Antonella Ponziani, già interprete di Intervista, diretta da Federico Fellini e vincitrice di David di Donatello e Nastro d’Argento per Verso Sud. Le riprese del film proseguiranno nella città marchigiana fino al 14 novembre per poi spostarsi in Calabria per altre tre settimane.
Umami – Il Quinto Sapore è realizzato con il contributo di Regione Marche – Fondi POR-FESR 2014-2020, con il sostegno di Marche Film Commission – Fondazione Marche Cultura e della Calabria Film Commission, prodotto dalla G&E Film Production di Giovanna Emidi e sarà distribuito, oltre che in Italia – grazie alla WHALE Distribution – in Cina, con la Shangai Seniu Media Co. Ltd e in tutto il mondo, grazie a un contratto di distribuzione internazionale stipulato con la 108 Media di Singapore. Il film è realizzato anche grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Ascoli Piceno.
UMAMI è una commedia delicata, commovente e divertente sugli amori che passano e tornano, sul valore della vita e sul piacere di vivere, attraverso la possibilità di gustarne tutti i sapori. La storia si svolge anche ad Ascoli Piceno, esempio di quella provincia italiana dove il passo della vita aiuta a riappropriarsi delle emozioni e della capacità di affrontare fatica e gioia del quotidiano. Alla sceneggiatura brillante e all’interpretazione degli attori è affidata la capacità di emozionare il pubblico e di coinvolgere in questa tenera storia.
Umami – Il Quinto Sapore si avvale del soggetto di Francesco Bonelli, in collaborazione con E. Giulioli ed E. Coletti, della sceneggiatura firmata dal regista e da Umberto Riccioni Carteni ed Elena Costa, della direzione della fotografia di Claudio Sabatini, delle scenografie e costumi di Adelaide Stazi, del montaggio di Gianni Del Popolo, delle musiche di Valerio Minicillo.