Ancona, Università: torna il percorso formativo Cyberchallenge

17

Cyberchallenge è un progetto rivolto agli studenti tra i 16 e i 23 anni ed è il primo programma italiano di addestramento alla cybersecurity per giovani

ANCONA – L’Università Politecnica delle Marche anche quest’anno ha aderito alla CyberChallenge.IT 2020, il percorso di addestramento e selezione del team nazionale di cyberdefender, giunto alla sua quinta edizione. Cyberchallenge è un progetto rivolto agli studenti tra i 16 e i 23 anni ed è il primo programma italiano di addestramento alla cybersecurity per giovani delle Università e delle scuole superiori.

All’Università Politecnica delle Marche sono 26 i partecipanti che stanno seguendo il percorso formativo: 18 provengono dall’Ateneo e 8 da istituti superiori.

Sono tutti davvero molto motivati, tra loro c’è Leonardo che ammette: “sto imparando molto e al tempo stesso mi diverto. Il programma è enorme e mi piacerebbe approfondire di più le diverse tematiche toccate, si parla di software e network security, sono davvero tanti gli aspetti che stiamo studiando e la cosa che mi ha colpito di più è l’approccio pragmatico di questo percorso”. Simone invece non vede l’ora di partecipare alla competizione nazionale anche se dice di essere al tempo stesso un po’ preoccupato: “vorrei avere a disposizione più tempo per studiare e imparare per approfondire soprattutto il tema del ‘penetration testing’ mi piacerebbe fosse la mia attività lavorativa una volta finiti gli studi”.

“Ethical hacking e cybersecurity sono aspetti che oggi toccano molti ambiti, dalla pubblica amministrazione alle telecomunicazioni, dal settore sanitario a quello bancario, afferma il Rettore Prof. Gian Luca Gregori. Sono competenze richieste dalle aziende e con questo percorso offriamo, alle studentesse e agli studenti, strumenti di carattere multidisciplinare, grazie anche ad un gruppo di docenti e ricercatori molto attivi nell’area della cybersecurity nel nostro Ateneo”.

A seguire il percorso formativo all’Univpm il Prof. Luca Spalazzi: “quello che serve per partecipare sono grande passione, impegno e curiosità nelle discipline scientifico-tecnologiche e capacità logiche, di problem solving, di comunicazione e, soprattutto, tanta voglia di imparare”.

Sono Aethra TLC di Ancona e Nautes di Jesi gli sponsor locali di questa edizione. La formazione delle squadre si sta svolgendo e terminerà il 3 e 4 giugno con la gara locale, come nelle precedenti edizioni, la Cyberchallenge culminerà nel campionato italiano Capture The Flag in cybersecurity, che si terrà dal 7 al 9 luglio 2021 e vedrà le squadre delle sedi locali fronteggiarsi allo scopo di accedere alla graduatoria finale che permetterà di formare la Squadra Nazionale di Cyberdefender, la quale parteciperà alla European Cyber Security Challenge.