Ancona, “SostenibilMENTE”: il 13 e 14 novembre in piazza Cavour

35

Presentata ieri l’iniziativa dell’Amministrazione comunale per rendere note le azioni concrete del piano StrategicAncona. Previsti incontri, laboratori ed esposizioni

ANCONA – “Fatti, non BLA BLA BLA: lavori conclusi e in corso, progetti già finanziati e nuove idee”. Così l’Amministrazione comunale di Ancona presenta ai cittadini SostenibilMENTE, l’iniziativa in programma in piazza Cavour per il 13 e 14 novembre per mostrare e raccontare le azioni concrete del piano StrategicAncona e di tanti partner pubblici e privati che stanno lavorando per rendere sostenibile il presente e il futuro della città.

Chi nei prossimi giorni attraverserà la piazza centrale del capoluogo assisterà alle operazioni di montaggio di una struttura temporanea: uno spazio di accoglienza e due padiglioni dedicati a incontri, laboratori ed esposizioni, che nel fine settimana di metà novembre saranno un luogo di confronto tra i cittadini, la Pubblica amministrazione e molti partner pubblici e privati.

Il tema sarà la sostenibilità, nella consapevolezza che per affrontare le sfide della transizione ecologica è necessaria una rivoluzione culturale importante, per condividere le scelte, le politiche, le azioni, in uno scenario in cui la governance non fa capo a un unico soggetto, ma coinvolge tutte le diverse anime del territorio, in un contesto solido, capace di tracciare la strada per le scelte e conferire senso e dignità a ciascuna delle azioni messe in atto.

Quella che presentiamo oggi – spiega il sindaco Valeria Mancinelli – è la prima di una serie di iniziative che serviranno a rendicontare e a verificare l’efficacia delle azioni condotte. Il tema centrale, infatti, sono le “azioni” in corso di esecuzione o in fase di progettazione, che l’Amministrazione comunale, il sistema delle imprese, i soggetti pubblici stanno portando avanti. Tutto ciò, per delineare come si sta vivendo ad Ancona la transizione ecologica, con i fatti e non con i “bla bla”. E’ inoltre importante che tutti siamo consapevoli che questa azione epocale potrà essere portata a termine se ognuno farà la propria parte, con ruoli diversi, a partire dagli stili di vita e dall’atteggiamento delle singole persone. Siamo convinti che un contributo efficace per accrescere conoscenze e consapevolezza passi attraverso le esperienze concrete più che dalle parole e per questo SostenibilMENTE avrà un taglio quasi totalmente esperienziale. La questione della transizione ecologica è drammaticamente urgente. Ce la possiamo fare, non bisogna sentirsi impotenti e per questo è importante essere attivi”.

Con il Comune di Ancona saranno dunque presenti in piazza Cavour l’Università Politecnica delle Marche, Anconambiente, Viva Servizi, Conerobus, Coldiretti Campagna Amica, CNR Irbim – Istituto per le risorse biologiche e le biotecnologie marine, Rete italiana Città Sane, Uisp, Guzzini, Mosaico Verde, Ata rifiuti – Ato 2 Ancona, Centri del riuso, Laboratorio Linfa – progettazione sostenibile, Costess – Società cooperativa sociale Onlus – Hort, Garbage Group, per Olivia, Good com, Adriatica Oli.

Sul tema della rendicontazione si sofferma in modo particolare l’assessore al Piano strategico Ida Simonella: “Aggiorneremo il Piano strategico nella direzione della transizione ecologica e dagli obiettivi del PNRR. Come calarli nel nostro contesto? Dovremo aggiornare una parte dei contenuti di StrategicAncona, che al suo interno ha già alcuni connotati legati alla sostenibilità (la mobilità, i bus elettrici, l’elettrificazione delle banchine) ma che va aggiornato con la centralità dei temi della transizione ecologica. Abbiamo già dei grandi assi su cui ci stiamo muovendo, che declinano temi fondamentali come la mobilità sostenibile, l’efficientamento energetico degli edifici pubblici, la resilienza alle grandi trasformazioni ambientali, la spinta del “lato porto” verso la transizione ecologica con i grandi investimenti per l’elettrificazione. E’ questo il quadro in cui andranno ad inserirsi tutte le azioni, dalle più grandi alle più piccole, da quelle simboliche a quelle maggiormente incisive sulla vita quotidiana della comunità”.

All’interno dei padiglioni saranno programmate dunque iniziative di diverso genere, per declinare una precisa e comune idea di sostenibilità, che si sviluppa attraverso sette assi portanti: la mobilità sostenibile, il monitoraggio della qualità dell’aria e delle acque, la riforestazione, l’efficientamento energetico degli edifici, la promozione di stili di vita sostenibili e consapevoli (il riciclo, il riuso, l’economia circolare…), la convivenza e l’interazione con la realtà portuale, la resilienza rispetto ai cambiamenti climatici (la gestione e il contenimento del dissesto idrogeologico…).

Il tutto, inserito in una prospettiva che presuppone da un lato la sinergia dei diversi soggetti e, dall’altro, un quadro economico solido e certo a supporto dei necessari investimenti che dovrà trovare una base importante nelle previsioni del PNRR.

“Siamo pronti – ha detto a questo proposito l’assessore all’Ambiente Michele Polenta – a cogliere le occasioni importantissime del PNRR, che si possono tradurre in tre filoni principali: la sfera delle acque, dell’aria e l’economia circolare. Abbiamo nel Comune di Ancona realtà come Anconambiente e Viva Servizi che sono saldamente a fianco dell’Amministrazione per implementare progetti fondamentali, per migliorare gli sversamenti a mare, la raccolta differenziata, il decoro della città, per intervenire sulla qualità dell’aria con azioni sulla mobilità e sul porto, ma anche riqualificando un verde che non sarà più solo di arredo, ma diverrà uno strumento per migliorare la qualità dell’aria. E’ un cantiere in evoluzione, dove questi lavori sono in corso già da tempo. Le nuove opportunità non ci trovano impreparati. Siamo pronti a raccogliere questi finanziamenti corposi, che ci permetteranno di concretizzare molte progettualità, già messe in atto dall’Amministrazione comunale”.

Ma che cosa succederà, in concreto nei due padiglioni di piazza Cavour?

Il programma prevede esperienze e momenti di informazione-formazione-confronto per tutte le età, con un percorso di accesso studiato per consentire una percezione immediata dei temi trattati, anche attraverso video ed effetti acustici particolari.

Chi entrerà nei due padiglioni potrà partecipare a incontri di approfondimento, conoscere progetti e strumenti, ma anche diventare protagonista di laboratori e giochi di ruolo sui temi del riciclo, della sostenibilità, del recupero, del riuso, del chilometro zero, acquisire consapevolezza sull’inquinamento dell’aria, dell’acqua, del territorio, incontrare gli esperti che nella città di Ancona sono impegnati all’Università e nei centri di ricerca, conoscere i progetti ed esprimere idee, opinioni e indicazioni che saranno utilizzate per costruire il Piano urbano della mobilità sostenibile.

“SostenibilMENTE – spiega la dirigente del servizio grandi eventi Roberta Alessandrini – sarà un percorso esperienziale: partirà dalla simulazione di una calamità naturale che cercheremo di riprodurre con effetti audio all’interno di un tunnel. Le persone poi passeranno in due diversi padiglioni dove potranno partecipare a una serie di esperienze, sia in loco, sia andando a conoscere diverse realtà”, come gli orti urbani (che sono 350 nel Comune di Ancona), il mercatino Coldiretti a chilometri zero, le due scuole Socciarelli e Mercantini costruite e funzionanti secondo i criteri di efficientamento energetico.

Il programma, ricco e articolato, sarà diffuso nel corso dei prossimi giorni anche attraverso i canali di comunicazione dell’Amministrazione comunale, insieme con le modalità per la partecipazione a ciascun evento, che sono state definite nel rispetto delle regole per la sicurezza sanitaria.