Ancona, Giornata della Memoria: grande partecipazione alla cerimonia

ANCONA – Grande partecipazione, questa mattina, alla cerimonia del Giorno della Memoria 2020, che si è svolta al ridotto del Teatro delle Muse, alle presenza del Sindaco Valeria Mancinelli e dei rappresentanti delle istituzioni, della comunità ebraica e delle scuole, cui ha fatto seguito, lungo un itinerario prestabilito, l’inaugurazione delle nuove pietre d’ inciampo nei luoghi dove sono nati e/o hanno vissuto oppure ancora sono stati catturati i cittadini deportati nei campi di sterminio nazisti. Una iniziativa ormai conosciuta, ad opera dell’artista tedesco Gunter Demnig, per depositare, nel tessuto urbanistico e sociale delle città europee, una memoria diffusa delle vittime delle deportazioni.
Le pietre (circa settantamila ormai nel mondo) collocate quest’anno ad Ancona sono 7 : in via della Loggia 2, alla memoria di Franco, Lucio e Renzo Coen Beninfante; in corso Garibaldi 19 alla memoria di Piero Sonnino; in piazza del Plebiscito alla memoria di Dante Sturbini; in via Goito 2 alla memoria di Nella Montefiori e in via Fornaci 9 alla memoria di Vittoria Nenni. Il corteo inaugurale è stato seguito anche da alcuni familiari delle vittime commemorate, dagli studenti degli Istituti scolastici Savoia Benincasa, Rinaldini, Mannucci e Volterra Elia che hanno effettuato ricerche storiche in merito e da numerosi cittadini colpiti e commossi.
“Sono felice di compiere questo cammino silenzioso- ha dichiarato il Sindaco Mancinelli- per scoprire le pietre, insieme ai ragazzi delle scuole. Auguro loro di “inciampare” in queste pietre più e più volte nella loro vita perché possano conoscere, riflettere e capire cosa può generare l’odio e coltivare questa sensibilità, lottando per una società migliore”.