XXXI Palio dei Comuni, la Serata di Gala per gli abbinamenti

Il Palio si disputerà domenica 10 novembre

MONTEGIORGIO (FM) – Ieri,mercoledì , 6 novembre  si è svolta la serata di Gala,  nel salone dell’ Ippodromo San Paolo che ha ufficialmente aperto la XXXI edizione del Palio dei Comuni, che si disputerà domenica 10 novembre sulla pista dell’ippodromo marchigiano.
L’abbinamento dei cavalli e la formulazione delle tre batterie è stata una vera festa dove i mattatori sono stati i comuni ed i comitati palio. La regia dell’ippodromo ha seguito e ripreso tutta la serata, che è stata trasmessa in diretta nazionale. E’ stata anche un’occasione per promuovere il territorio, la laboriosità delle Marche e del centro Italia. Non bisogna dimenticare che anche se lo zoccolo duro dei comuni partecipanti al Palio, viene dal fermano, l’evento sportivo porterà sulla racchetta del San Paolo 27 comuni che provengono da ben quattro regioni: Marche, Abruzzo, Emilia Romagna, Toscana e Umbria. La prima operazione, avvenuta sotto gli occhi del pubblico presente è stata la formulazioni delle tre batterie. La serata si è aperta con il cronista Mauro Galandrini e la bellissima Cateriana Pasquali (eletta Miss Palio venerdì scorso) impegnati ad estrarre i cavalli e quindi formulare le batterie, sotto gli occhi attenti di Mirko Marini, dell’ufficio tecnico dell’Ippodromo San Paolo. Terminate le batterie è arrivato il tabellone per gli abbinamenti dei cavalli. Montegiorgio, Monte Urano, Sant’Elpidio a Mare, Fermo , Magliano di Tenna, Gualdo Tadino, Rapagnano, Petritoli, San Benedetto del Tronto, Castelfrentano, Loreto, Porto San’Elpidio, Servigliano, Amandola e Grottazzolina avevano già un cavallo assegnato. Quindi si è proceduto per l’assegnazione dei cavalli che non avevano ancora un comune. Ecco gli abbinamenti: Cokstile per Montegiorgio, Raissa Sere per Loreto, Arazi Boko per Monte Urano, Vesna per Castelfrentano, Vanesia EK per Rapagnano, Pantera Del Pino per Sant’Elpidio a Mare, Pocahontas Diamant D per Mogliano, Primavera AS per Amandola, M.T.INSIDER per San Benedetto del Tronto, Von Wise AS per Petritoli, Billie De Montfort per Fermo, Vernissage Grif per Magliano Di Tenna, Unno Del Duomo per Porto Sant’Elpidio, Vanguardia per Grottazzolina, Vincent SM per Gualdo Tadino, Orion Tilly per Servigliano, Victor Bebo per Falerone, Shiva Ferm per Montecatini Terme, Van Helsing Font per Assisi, Venanzo Jet per Montegranaro, Jeepster per Massa Fermana, Toscarella per Civitanova Marche, Uisconsis Vol per Campofilone, Uftedmar per Santa Vittoria in Matenano, Zabaione Spav per Montechiarugolo, Zooper per Ascoli Piceno, Visa AS per Montappone.
La serata è stata condotta dall’affascinante Daniela Gurini e il cronista Mauro Galandrini, mentre il telecronista Matteo Muccichini si è limitato a fare delle incursioni molto incisive ricordando la magia del palio. Salvatore Mattii dal palco non ha affermato senza paura di smentite che quest’anno il Palio è tornato ai fasti di un tempo, per la qualità dei cavalli partecipanti e per il rinvigorito spirito agonistico dei comuni partecipanti. I comuni sono stati intervistati da Mauro Galandrini e non sono mancati amarcord e simpatiche sfide. Per la gioia degli occhi dei numerosi partecipanti Manuela Flamini ha proposto della passerelle di moda molto gradevoli che hanno dato una charme in più alla serata. Poi come è rituale tutti a tavola al ristorante dell’ippodromo per gustarsi il menù firmato da Antonella Folchi Vici :«Abbiamo voluto prediligere le eccellenze dei prodotti della nostra regione per dare un gusto marchigiano alla serata».

Tutti i piatti sono stati accompagnati con dell’ottimo vino bianco e rosso offerto dalla cantina Biagi di Colonnella di Teramo: «Era una festa – precisa il titolare Luca Biagi – e quindi abbiamo portato come rosso il nostro “Retrò” un 100% Montepulciano d’Abruzzo Doc e come bianco l’“Ashè” un trebbiano con dentro un 15% di Cahrdonnay» . La cena a cui ha dato il via il presidente dell’ippodromo, l’avvocato Alessia Mattii, è iniziata con un antipasto a base di affettato e formaggio, locale, per continuare con delle ottime tagliatelle al ragù, quindi della gustosa arista al finocchietto con contorno di verdure ripassate l’immancabile dolce locale e caffè. Una serata perfetta e gustosa che ha ufficialmente aperto la XXXI edizione del Palio dei Comuni. Le corse pomeridiane di sabato (9 novembre) avranno i riflettori puntati su “Voglia di Palio”, mentre domenica (10 novembre) si disputeranno le tre batterie e quindi la finale da cui uscirà il nome del Comune che vincerà il XXXI Palio dei Comuni.