Volley: Libero Ascoli-Riviera Samb 0-4

Riviera Samb VolleyASCOLI PICENO – Prima uscita stagionale per la formazione della Riviera Samb di prima divisione femminile, che in amichevole, a tre settimane dall’inizio del campionato, esce a testa alta dalla palestra Squarcia di Ascoli Piceno, nella quale va a prendersi tutti e quattro i set disputati ed una buona dose di fiducia per proseguire a lavorare con positività e consapevolezza. Ospitano le rossoblù le giovani della Libero volley, guidate da Francesco Ciancio, vecchia conoscenza del volley sambenedettese, e prossime avversarie delle rivierasche in campionato.

Dal canto suo, la Riviera Samb volley si presenta in campo con una formazione decisamente rinnovata rispetto alla stagione scorsa: su 13 elementi in rosa, oltre la metà è costituita da nuovi arrivi, ben 7; 4 le giocatrici già stabilmente militanti in prima squadra nella stagione 2014-2015, 2 le promosse dalla seconda divisione: il secondo libero Elena Straccia, classe 1999, e Silvia Pierantozzi (2000), definitivamente aggregata al gruppo dopo i 5 ingressi in campo nella serie D che l´anno scorso terminò l´annata con una retrocessione.

Cambia anche il primo allenatore, Mirko Angelini, proveniente dalla Gemina Ascoli. Nel primo set, Angelini affida ad Asia Galasso, confermata nel ruolo di capitano, le chiavi della regia sambenedettese, con Milena Martoni in diagonale; schiacciatrici Marzia Martoni ed Elena Melisurgo (le tre ultime nominate tutte al loro esordio in rossoblù); al centro Marta Tempera viene affiancata da Giulia Spinelli, già nel vivaio della Riviera Samb diversi anni fa; primo libero Laura Malavolta, anche quest´anno custode della seconda linea.

Discreto avvio da parte delle rivierasche, che, con l’opposta Martoni sugli scudi, acquisiscono alcuni punti di vantaggio già dalle prime battute; dopo i primissimi minuti di gioco, però, la Libero volley sale di intensità, e le ragazze guidate da Angelini pagano l’ancora scarsa amalgama e il basso quantitativo di minuti in campo, sia in partita (si tratta della prima amichevole), sia in allenamento. Alla lunga, è la Riviera Samb volley a farsi comunque strada, spingendo sull´acceleratore dopo la metà del parziale e andando a chiudere in crescendo (punteggio 25-22), nonostante l´opposizione avversaria.

Seconda frazione, Angelini rivoluziona la formazione incrementando il tasso di esperienza del sestetto, con l´inserimento dei posti quattro Oddi e Civita, entrambe al debutto con questa società, e gettando nella mischia anche Giorgia Coccia, ancora alle prese con i problemi al ginocchio che la costrinsero ad abbandonare l’attività anzitempo nella passata stagione. Set che fila via liscio, la diagonale di schiacciatrici fa valere la propria qualità e la capacità di discernimento tattico in alcune situazioni, dando anche sicurezza e fluidità alla squadra. Nella seconda parte del parziale, il coach rossoblù opta per un classico doppio cambio, mandando sul terreno di gioco la diagonale Traini-Pierantozzi in luogo di Martoni, opposta, e di Galasso.

L’avvicendamento ha buon esito, con la giovane attaccante classe 2000 che entra in scena, come di consueto, senza nessun timore, imprimendo ai suoi colpi e all´intera sensazione della gara tutta la sua potenza (esordì in serie D nella passata stagione proprio allo Squarcia, ndr). Le ospiti si aggiudicano agevolmente il set (25-14); nel terzo, conclusosi con lo stesso risultato parziale, Civita viene dirottata in diagonale con la palleggiatrice, mentre Pierantozzi, che alla fine risulterà top scorer con 14 centri, rimane in sestetto come prima schiacciatrice.

Dopo qualche tentennamento, lo strappo della frazione viene, in questo caso, impresso da capitan Galasso, che sfodera, alla sua maniera, una serie di servizi vincenti consecutivi che indirizza il parziale decisamente sulla via della formazione in casacca rossa. Finisce di fatto 3-0 in favore della Riviera Samb volley, ma, come di consueto nelle amichevoli, si decide di disputare un ulteriore set, il quarto, che vede l´esordio in campo del secondo libero Elena Straccia, con Francesca Traini in campo come alzatrice dal primo minuto. Mantenuto un certo equilibrio nel punteggio per circa metà frazione, è di nuovo San Benedetto, nella seconda parte, ad allungare e chiudere a suo vantaggio il parziale per 25-17. Il match si conclude 0-4 (22-25, 14-25, 14-25, 17-25).