Videobox, dal 24 al 27 novembre 2022 a Pesaro

9

La rassegna di video danza a cura di Hangartfest al Cinema Astra: proiezioni di corti, medi e lungometraggi, documentari dedicati, tra gli altri, a Pina Bausch e Alessandra Ferri, film, visioni VR a 360°, un laboratorio e il Premio Interfaccia Digitale

PESARO – Hangartfest, soggetto riconosciuto dal Ministero della Cultura, dalla Regione Marche e dal Comune di Pesaro, presenta da giovedì 24 a domenica 27 novembre al Cinema Astra la rassegna VIDEOBOX con quattro giornate di appuntamenti aperti al pubblico dedicati alla video danza.
La programmazione propone una selezione di corti inediti di giovani autori italiani e stranieri accostati alle opere di professionisti già affermati sul panorama internazionale, oltre a film e documentari, un laboratorio critico, talk con gli autori presenti e la cerimonia di premiazione della terza edizione del Premio Interfaccia Digitale, concorso di video danza.

Giovedì 24 novembre, a partire dalle ore 20.00, la rassegna verrà aperta da una selezione di opere dalle precedenti edizioni del Premio Interfaccia Digitale 2020-2021.
A seguire, alle 21.00, verranno presentati alcuni video realizzati in Argentina per il progetto Corpi a rischio di Claudio Gasparotto, la raccolta Short Works della giovane videomaker ucraina Kateryna Kovalchuk e Tribale, il lavoro prodotto da Hangartfest nel contesto del progetto Giaro in luce 2022 della coreografa pesarese Melissa Ugolini.

Gli appuntamenti proseguiranno venerdì 25 novembre con il focus PINA interamente dedicato a Pina Bausch. A presenziare la giornalista, regista e critico di danza Francesca Pedroni, autrice di alcuni documentari in programma.
Alle 18.00, per la sezione , verrà presentata una selezione dall’installazione di realtà virtuale Now Fiction, commissionata dal Centro Pina Bausch di Wuppertal in occasione del Festival Under Construction Wuppertal, che raccoglie documentari e film per visori VR. La sezione è presentata in collaborazione con PRODES danza, ZED Festival e CRO.ME.
Alle 21.00, per la sezione , verranno invece proiettati i documentari prodotti da CLASSICA HD, canale 136 di sky, Autour de Pina Bausch – Tanztheater Wuppertal, a cura di Maria Mauti e Francesca Pedroni, e Dance Words con Pina Bausch, scritto e diretto da Francesca Pedroni. Entrambi i documentari racchiudono testimonianze e video interviste realizzate nella duplice occasione della presentazione al Teatro La Fenice di Venezia dello spettacolo Agua e della consegna a Pina Bausch del Leone d‘Oro alla carriera alla Biennale di Venezia.

Sabato 26 novembre Francesca Pedroni aprirà la programmazione alle 18.00 con il laboratorio critico aperto al pubblico Filmare la danza.
A seguire, alle 19.15, sarà sempre la Pedroni ad introdurre il lavoro L’Heure Exquise Storie, quattro cortometraggi, di cui è autrice e regista, dedicati ad Alessandra Ferri e nati intorno allo spettacolo L’Heure Exquise del coreografo francese Maurice Béjart.
Alle 21.00 la terza giornata di Videobox si chiuderà con la visione del film Elegia delle cose perdute del regista e coreografo Stefano Mazzotta, produzione della Compagnia Zerogrammi. Al termine della proiezione si terrà un talk con l’autore.

L’ultimo capitolo della rassegna sarà dedicato, domenica 27 novembre, al Premio Interfaccia Digitale. L’evento si aprirà alle 10.00 con la proiezione fuori concorso del video Gravity ad opera del vincitore della scorsa edizione Luigi Linardi e realizzato con il sostegno di Hangartfest. Ad esso seguirà la proiezione dei dieci video finalisti in gara e la cerimonia di premiazione con la proclamazione del vincitore e l’assegnazione delle menzioni speciali da parte della Giuria Interdisciplinare, la Giuria dei Critici e Studiosi e quella degli Spettatori.
Il Premio, presieduto da Giulio Stasi, regista di teatro e videomaker, e realizzato in collaborazione con IL CINEMINO Milano e ISIA Urbino, si svolge attraverso una call diffusa su scala europea e prevede per il vincitore una borsa da spendere per la produzione di una nuova opera che verrà presentata fuori concorso in occasione della quarta edizione del Premio Interfaccia Digitale 2023.
È possibile aderire alla Giuria formata dal pubblico compilando il form di iscrizione presente sul sito di Hangartfest o scrivendo una mail a: interfacciadigitale@hangartfest.it.

L’ingresso alla rassegna è libero. Per informazioni contattare il numero: 340 8686552
Il programma completo è disponibile sul sito: www.hangartfest.it