Valeria Mancinelli presenta a Urbania il libro “I principi del buongoverno”

Appuntamento alla Saletta Volponi con il sindaco di Ancona mercoledì 19 febbraio

URBANIA (PU) – Il sindaco Valeria Mancinelli presenta mercoledì 19 febbraio ad Urbania il libro “I principi del buongoverno. La visione di un sindaco nel caos del mondo che cambia” (Edizioni Piemme-Gruppo Mondadori). Appuntamento alla Saletta Volponi in Corso Vittorio Emanuele con la presenza dei colleghi sindaci di Urbania, Marco Ciccolini, e Cristina Belpassi di Peglio. A coordinare la serata il giornalista Tiziano Mancini. Il libro è stato presentato fuori regione e in diverse località delle Marche, da Ascoli Piceno a Fano, da San Benedetto del Tronto a Falconara, passando per Fermo, Macerata, Offida, Porto Sant’Elpidio, Recanati. Nei prossimi giorni in programma presentazioni anche a Pergola, Montefano e Camerino. Ad organizzare associazioni culturali, librerie e soprattutto sindaci del territorio, pronti ad invitare, accogliere e dialogare con la collega del capoluogo dorico.
Valeria Mancinelli è uno stimato avvocato amministrativo. Nel 2019 viene insignita del titolo di migliore sindaca del mondo dalla Fondazione World Mayor Prize.
La Stampa la cita tra le 50 donne del mondo che nel 2019 hanno lasciato un segno. Di recente Il Corriere della Sera l’ha inserita tra le 10 donne da seguire per il 2020. Eletta per la prima volta sindaco nel 2013 e rieletta nel giugno 2018 sfiorando il raggiungimento del risultato al primo turno con il 48% dei voti. La sua rielezione è sicuramente il frutto dei risultati raggiunti in questi anni: opere di riqualificazione portate a termine, risanato il bilancio comunale, riportate in pareggio/utile tutte le aziende partecipate, rilanciata la visione della città con il piano strategico, acquisiti decine di milioni di euro con bandi nazionali e internazionali, grande rilancio del porto, la cantieristica, e attrazione di investimenti privati.
«Sono sorpresa pure io – dichiara Valeria Mancinelli -. Mi hanno chiesto di scrivere un libro dopo la vittoria del “World Mayor Prize 2018” e la rielezione a sindaco di Ancona avvenuta nel giugno 2018, in un momento in cui tutte le forze politiche della sinistra sembravano al tracollo. Non è un libro su di me, non volevo questo. Ho piuttosto provato a raccontare cosa significhi per me fare politica, impegnarsi davvero per migliorare la vita delle persone. Ho tentato di declinare ciò che un sindaco deve fare per governare bene e che oggi appare eversivo a molti del mondo a cui appartengo: scegliere la propria squadra in totale autonomia, ascoltare la pancia e le paure delle persone, decidere, stare sul campo e agire».