Urbino, “Se questo è un uomo”: Laboratorio teatrale diretto da Francesco Gigliotti

21

Da marzo a  maggio 2021 si terrà un laboratorio teatrale dedicato all’opera letteraria di Primo Levi; le iscrizioni entro il 24 febbraio prossimo

URBINO – Il Teatro Universitario Aenigma, membro dell’Intenational University Theatre Association, organizza a Urbino, nel periodo marzo – maggio 2021 (luogo da definire), un laboratorio teatrale dedicato all’opera letteraria di Primo Levi. L’inedita esperienza di formazione, diretta dal regista fiorentino Francesco Gigliotti, già autore negli ultimi 10 anni di significative esperienze rivolte agli studenti universitari dell’Ateneo feltresco e non solo, non è finalizzata alla messa in scena dell’opera di Levi ma alla elaborazione di eventi performativi ispirati alle emozioni e al valore simbolico e poetico delle sue storie. Il primo incontro di presentazione del progetto è stato programmato in forma telematica. L’appuntamento è per giovedì 25 febbraio alle ore 19.00. E’ possibile iscriversi fino al 24 febbraio, all’indirizzo e.mail aenigma@uniurb.it o telefonando al numero 333 6564375.
Ufficio stampa Teatro Universitario Aenigma Romina Mascioli, mascioli.stampa@gmail.com
In allegato: locandina dell’evento e primo piano del regista Francesco Gigliotti.

Approfondimento

Francesco Gigliotti, formatosi a Roma nell’ambito della ricerca drammaturgica degli anni Settanta, ha approfondito la metodologia sull’espressione corporea con allievi di J.L. Barrault, E. Decroux, J. Lecoq. Esperto di maschere, movimenti coreografici, tecniche della Commedia dell’Arte, ricerca ed elabora soluzioni dinamiche innovative attinenti all’interpretazione dell’attore nel teatro contemporaneo. Il suo lavoro è stato molto apprezzato in Italia, Austria, Inghilterra, Germania, Croazia, Armenia, Francia. Ha diretto le esperienze artistiche delle Compagnie “Macchine di bosco” a Firenze e “Opera prima” a Latina. Negli ultimi 10 anni ha diretto per il Teatro Universitario Aenigma significative esperienze di formazione e diverse produzioni di livello internazionale (la più recente, nel 2019, è stata “Rugby, corpo a corpo. Ricordi e ritorni tra gioco e sogno di una vita”, ispirata al gioco del rugby e a “La luna e i falò” di Cesare Pavese).