Urbino, inaugurato a Ca’ Mazzasette il primo display informativo delle frazioni

Urbino, inaugurato a Ca’ Mazzasette il primo display informativo delle frazioniURBINO – Importante inaugurazione questa mattina a Ca’ Mazzasette, la prima frazione del Comune di Urbino dove è stato collocato un display elettronico che riporterà notizie sulle manifestazioni che si svolgono in città e sul territorio, le notizie utili e le informazioni di servizio. Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Maurizio Gambini, il vicesindaco e assessore alla Promozione Turistica, Maria Francesca Crespini; il consigliere delegato per i rapporti con il territorio, Massimiliano Sirotti.

«Il display elettronico – ha detto il sindaco Maurizio Gambini – si collega a un progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica su tutto il territorio comunale. Il progetto è seguito dal consigliere Sirotti. Abbiamo in programma di mettere un pannello elettronico in ogni frazione comunale, per permettere il coinvolgimento del territorio nella vita della città. Il display permetterà di diffondere maggiori informazioni su eventi e manifestazioni, ma favorirà anche la sicurezza: se l’Amministrazione avesse la necessità di comunicare messaggi legati a particolari emergenze, ad esempio sul maltempo, potrà farlo in tempi rapidissimi».

Il pannello, a cui è annessa anche una bacheca per locandine e manifesti, è posizionato permanentemente di fronte alla Chiesa di San Paterniano.

«Il primo monitor a Ca’ Mazzasette – ha aggiunto il vicesindaco Crespini – è un segnale della volontà dell’Amministrazione di stare vicino a tutto il territorio. Dalla prossima settimana il display sarà messo in rete con quello esistente in Piazza della Repubblica. E anche la bacheca annessa al pannello elettronico sarà mantenuta aggiornata, con materiale informativo di interesse pubblico».

Tanti i residenti del luogo che hanno assistito al taglio del nastro.

«Questo display – ha concluso il consigliere Sirotti – dimostra un modo di ragionare diverso: chi abita nelle frazioni avrà le stesse informazioni di chi abita nel centro storico o che passa in Piazza della Repubblica. Il territorio è al centro della nostra azione. Vogliamo lavorare insieme alle associazioni del territorio per aumentare la collaborazione e creare spirito di squadra».