Urbino, dialogo con Gillo Dorfles nella Sala Convegni del Palazzo Ducale

Gillo Dorfles a UrbinoURBINO – A Urbino il ciclo di conferenze della Casa della Poesia si chiude con Gillo Dorfles, il quale interverrà sul tema “Estetica senza dialettica”. L’incontro si tiene venerdì 10 giugno, alle ore 10.30, nella Sala Convegni di Palazzo Ducale.

Gillo Dòrfles, 106 anni, critico d’arte e pittore, triestino di origine, ma milanese di adozione, è considerato una delle personalità più poliedriche del panorama artistico-culturale contemporaneo.

“Dopo una fertile fase di sperimentazione in campo artistico – ricorda la Treccani – si è dedicato agli studi di estetica e alla critica d’arte, interessandosi al problema dell’avanguardia, al rapporto fra arte e industria e al fenomeno del gusto nella civiltà contemporanea. Nella visione di D. l’estetica si occupa della cultura nel suo insieme, cui concorrono elementi fantastici, simbolici, metaforici e anche suggestioni mitiche”.

Tra le sue opere principali: L’architettura moderna (1954); Il Kitsch (1968); La moda della moda (1984); Il feticcio quotidiano (1988); Horror pleni. La (in)civiltà del rumore (2008).

Giunto al secondo anno, il progetto degli incontri con gli artefici della poesia, grazie alla passione e all’impegno direttore prof. Luca Cesari, esperto del settore, coadiuvato dall’Assessorato alla Cultura del Comune, continua a consolidare la vocazione della Casa della Poesia quale luogo di incontro, ricerca e confronto capace di mantenere vivo il dibattito culturale attorno alla poesia e alle arti contemporanee (da aggiungere con il vanto di registrare una costante e massiccia presenza di giovani) tanto da essere stata già riconosciuta, sul territorio nazionale, come un luminoso punto di riferimento per studiosi e appassionati.