Università di Camerino, riprende l’attività didattica

12

alloggi campus1

Il 28 settembre riprenderanno le lezioni in presenza in tutte le sedi dell’Ateneo. Presentazione delle domande entro il 1° settembre

 

CAMERINO – Il prossimo 28 settembre riprenderà l’attività didattica all’Università di Camerino in presenza in tutte le sedi dell’Ateneo. Grazie ad una precisa ricognizione di tutte le aule e dei laboratori didattici, ne è stata definita la capienza e sono stati predisposti tutti gli accorgimenti ed i dispositivi per consentire il distanziamento e tutte le norme di sicurezza. Sarà comunque possibile seguire tutte le lezioni anche in modalità telematica.

Per garantire agli studenti quella didattica di qualità che da tempo caratterizza l’Ateneo, Unicam mette a disposizione un numero molto elevato di alloggi idonei e sicuri.
Sono più di mille, infatti, i posti letto disponibili tra campus, collegi universitari, lo studentato donato dalle Province autonome di Trento e Bolzano e dal Land Tirolo ed il nuovo lotto del campus realizzato grazie al contributo della Croce Rossa Italiana.

“Siamo davvero felici – ha sottolineato il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinaridi poter accogliere di nuovo le matricole e tutti i nostri studenti nelle strutture dell’Ateneo, dove le attività didattiche verranno svolte prevalentemente in presenza, anche se sarà comunque ancora possibile seguire tutte le lezioni a distanza. Siamo soddisfatti perché vogliamo comunque guardarli negli occhi, chiamarli per nome, non limitarci ad interagire con loro davanti ad uno schermo. E’ anche per questo che abbiamo incrementato il numero di alloggi disponibili, anche grazie al fondamentale sostegno della Croce Rossa Italiana, che ringrazio ancora sentitamente. I nostri studenti potranno vivere negli alloggi nel massimo rispetto delle misure di sicurezza, così come nelle aule e nei laboratori, che saranno costantemente sanificate”.

Ci stiamo poi preparando per un’altra importante novità – ha proseguito il Rettore Pettinari. Al centro del campus, dove attualmente vive anche il cuore dell’Ateneo con la sede del Rettorato, si aprirà molto presto un cantiere per la costruzione di un nuovo edificio polifunzionale dove gli studenti potranno vivere dei grandi momenti di socialità. Sarà dunque un Campus moderno, veramente all’avanguardia, dove fra residenze, biblioteche e luoghi di aggregazione, le studentesse e gli studenti potranno vivere un’esperienza davvero indimenticabile”.

Gli alloggi sono gestiti dall’ERDIS, l’ente regionale per il diritto allo studio ed è attualmente aperto il bando per la loro assegnazione per il prossimo anno accademico. La presentazione delle domande scadrà il prossimo 1 settembre. Tutte le info su www.erdis.it