Tunisino senza fissa dimora muore nel porto di San Benedetto del Tronto

120

Guardia Costiera

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dramma della solitudine e della povertà a San Benedetto del Tronto. Un tunisino di 72 anni, senza fissa dimora, è morto per un malore o per annegamento nelle acque del porto.

Da tempo non viveva più nella cittadina marchigiana, ma ogni tanto tornava a trovare gli amici, e, sia d’estate sia d’inverno, si fermava a dormire a bordo di una delle barche da pesca ormeggiate nello scalo, dove anche lui aveva lavorato.

Fra le ipotesi, quella che ieri notte sia caduto accidentalmente in mare o abbia avuto un malore: la temperatura rigida dell’acqua non gli ha dato scampo. Il corpo è stato recuperato stamani dagli uomini della Capitaneria di porto e, dopo un prima ispezione cadaverica effettuata sul posto dal medico legale, trasferito nell’obitorio dell’ospedale Madonna del Soccorso.