Terremoto Marche, a Pescara del Tronto e Arquata 10 morti e 10 dispersi. Fratellini estratti vivi

Terremoto sismaPESCARA DEL TRONTO (AP) – Il sisma ha raso al suolo la frazione di Pescara del Tronto (Ascoli Piceno). Sul posto sono al lavoro i Vigili del fuoco, il 118 e la Protezione civile. Insieme ad Arquata del Tronto, il borgo è uno dei centri che ha riportato maggiori danni nelle Marche.

Sono dieci le vittime estratte dalle macerie, fra queste anche uno o più bambini. Otto nella frazione e due in case sparse del circondario. Venti i feriti, in codice ‘giallo’ e ‘rosso’, trasportati nell’ospedale di Ascoli Piceno da tutta la zona terremotata. Due fratellini di 4 e 7 anni sono stati estratti vivi dalle macerie di Pescara del Tronto: la nonna, dove erano ospiti, li ha infilati insieme a lei sotto al letto. La donna risponde da sotto le macerie.

Una bambina di pochi mesi, sembra nove, è stata invece estratta morta dalle macerie della casa di famiglia crollata nel centro di Arquata del Tronto. La piccola era nell’abitazione con i due genitori e sono stati estratti ancora vivi dalle macerie e portati in ospedale. Salirebbero così a tre le vittime ad Arquata del Tronto.

“E’ un unico blocco di macerie sulla strada, si scava”. Questo quello che si vede all’arrivo nel piccolo paese. La reporter dell’ANSA è costretta a lasciare l’auto e a proseguire a piedi. “La gente piange mentre cammina e si avvia verso il paese”.